Incontro a Simeri Crichi dal titolo “La storia del Sud prima dell’Unità d’Italia”

Le Guardie d’Onore del Pantheon ed i Lions Clubs Squillace Cassiodoro e Cropani Botricello Sellia M.J. insieme per raccontare “La storia del Sud prima dell’Unità d’Italia”.

I Lions Clubs Squillace Cassiodoro e Cropani Botricello Sellia M.J. e la Delegazione di Catanzaro dell’Istituto Nazionale per la Guardia d’Onore alle Reali Tombe del Pantheon, hanno organizzato un incontro con l’Istituto comprensivo Benedetto Citriniti di Simeri Crichi dal titolo “La storia del Sud prima dell’Unità d’Italia”. L’evento è rientrato a pieno titolo nel service distrettuale dell’area di intervento comunitario beni culturali.

Dopo i rituali saluti del dirigente scolastico del Delegato di Catanzaro I.N.G.O.R.T.P., nonché Presidente L.C. Squillace Cassiodoro Giacomo Mannino ed il Presidente del L.C. Cropani, Botricello Sellia M.J. Giovanni Scarpino, i relatori Gen. D. (aus.)Pasquale Martinello (Vice Presidente L.C. Squillace Cassiodoro), d.ssa Caterina Urzino (Guardia d’Onore e medaglia di benemerenza dell’I.N.G.O.R.T.P.), dr. Santo Amelio (Guardia d’Onore scelta e medaglia di benemerenza dell’I.N.G.O.R.T.P.) e dr. Felice Raso Costabile (Resp. Distretuale GST 108 ya) hanno trattato rispettivamente “il Sud prima dell’Unità d’Italia”, “Don Francesco Stocco, calabrese e Generale Garibaldino”, “La numismatica pre e dopo l’Unità d’Italia” e ” Il revisionismo storico e la valenza che segue alla definizione di controstoria”.

Prima degli interventi programmati, la GdO Filiberto d’Imperio ha letto anche un messaggio augurale di S.A.R. Vittorio Emanuele di Savoia pervenuto con grande sorpresa e gioia direttamente da Ginevra. Il Generale Martinello nella sua relazione ha posto in evidenza il quadro storico-politico-militare preunitario ed ha spiegato le motivazioni patriottiche che sollecitavano all’unità d’Italia.

La d.ssa Urzino, invece, ha trattato la figura del generale garibaldino Don Francesco Stocco calabrese di Decolatura, esempio mirabile del patriottismo calabrese, coinvolgendo anche i ragazzi dell’Istituto rendendoli protagonisti della relazione stessa. Il dr. Amelio trattando la numismatica ha spiegato le differenze tra la monetazione borbonica (non decimale) e quella del Regno d’Italia, evidenziando come quest’ultima avesse permesso l’Italia di entrare a far parte dell’Unione Monetaria Latina durata fino al 1927.

Le conclusioni sono state affidate al Presidente Lion di Zona 23 Ludovico Rizzuti che ha portato i saluti del Governatore Nicola Clausi e ha plaudito all’ottima riuscita del service. Durante l’evento è stata allestita una mostra numismatica a cura della GdO Santo Amelio ed una mostra di reperti storici a cura di Giuseppe Chirico.