Innovazione didattica dal Liceo Guarasci di Soverato all’Europa

Siamo in autunno e dopo la recente esperienza del corso di formazione internazionale “TICO training” cominciano ad arrivare i primi frutti di lezioni innovative dal sapore calabrese che si stanno svolgendo nelle scuole partner in Europa. Il Liceo “A. Guarasci” ha ospitato infatti, tra il 24 Settembre e il 1 Ottobre 2017, ben tredici tra docenti e dirigenti scolastici provenienti da sei diversi Paesi europei (Lettonia, Estonia, Lituania, Romania, Polonia e Croazia) che per una settimana hanno vissuto Soverato, non come metà turistica, ma come “palestra di innovazione”. Il corso finanziato da Erasmus Plus chiave 1v“Teaching is Innovation, Communication and Outdoor Education” (da qui l’acronimo TICO) e condotto dai formatori JUMP, si è svolto nelle aule del Liceo ed ha contribuito ad affrontare tematiche come la cittadinanza europea che diventa materia scolastica trasversale a tutte le materie, il CLIL (Content and Language Integrated Learning) e l’uso di nuove tecnologie per rendere le lezioni più interattive ed attraenti.

Immaginavamo che l’Italia fosse sempre agli ultimi posti, rispetto soprattutto a docenti da Paesi come Estonia, Lettonia e Lituania, invece le partecipanti hanno approfondito con noi l’uso di strumenti e siti web per la creazione di prodotti innovativi utili alla didattica e che non conoscevano. Hanno inoltre lavorato nell’aula laboratorio del Guarasci riconoscendone la bellezza e l’utilità, l’efficienza e la funzionalità. Il personale scolastico ha accolto tutti durante le giornate intense di lavoro e le tecnologie della Scuola hanno permesso ai partecipanti di portare a termine il programma in una ambiente non formale, creativo e colorato. Tornati nei loro Paesi e nelle loro aule, i docenti Erasmus, hanno iniziato la fase di disseminazione portando l’innovazione appresa in Calabria in 7 diverse scuole; ,sia in primarie che in secondarie di I e II grado. L’associazione JUMP, con la quale il Liceo collabora, sta seguendo il processo e raccogliendo i racconti dell sperimentazioni didattiche che hanno un po’ il sapore dell’esperienza calabrese vissuta. Nelle scorse settimane nei programmi di geografia, scienze, storia, ecologie sono entrati la Calabria e la sua storia, il bergamotto, il peperoncino, il mar Jonio, la Magra Graecia.

Oltre 100 docenti nell’ultimo biennio sono venuti a Soverato con l’associazione JUMP ed ognuno di loro poi torna ed incontra colleghi, alunni, famiglie. Sono educatori ma la terra calabrese è ancora sconosciuta all’estero. Ognuno di loro l’ha vista con occhi diversi, gli occhi dell’ intercultura e ognuno di loro se ne va sempre con la stessa frase: “non la conoscevo e ci tornerò, sia come turista che come partner per poter continuare a collaborare”. Continua anche in Ottobre la serie di trainings del percorso “JUMP … in

Erasmus Plus” con una visita, stamattina, proprio nel nostro Istituto di un’altra delegazione di docenti e dirigenti scolastici da Slovenia, Finlandia e Lettonia sempre a Soverato per apprendere e formarsi. Stavolta i temi sono l’”Outdoor education” e “PBA”, la creazione di partenariati strategici per le prossime scadenze Erasmus 2018 che sono alle porte. Domani arrivano anche 11 Svedesi ad infoltire il gruppo. Un po’ di colori esteri che fino al 3 Novembre vedremo nelle nostre strade.
Celebriamo inoltre, notizia del 24 Ottobre, il secondo anno della scuola nel progetto nazionale “A Scuola di Open Coesione” che vede sempre il binomio Guarasci-JUMP nel portare avanti una ricerca e un’indagine approfondita di monitoraggio civico sui fondi europei spesi in Calabria. Un autunno di arricchimento e “good news” dal Guarasci all’Europa che speriamo porti anche a primavera frutti importanti di progetti e opportunità per alunni e docenti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.