Intimidazione ad un sindaco calabrese, incendiata l’abitazione estiva


Non pare vi siano dubbi sulla matrice intimidatoria dell’incendio che ha interessato l’abitazione estiva di Antonio Russo, sindaco di Crosia, popolosa cittadina di poco meno di 10mila abitanti, sulla fascia jonica del cosentino.

Da quanto è stato finora ricostruito, persone al momento sconosciute si sono introdotte nella casa, che si trova sul lungomare di Mirto, dopo aver infranto una finestra, hanno poi cosparso le stanze di liquido infiammabile e gli hanno dato fuoco.

Le fiamme, che da quanto appreso di sono spente da sole, hanno annerito le pareti e distrutto quando contenuto all’interno delle stanze.

Ad accorgersi dell’incendio sono stati i familiari del sindaco, una volta arrivati sul posto. Sull’accaduto hanno avviato le indagini i carabinieri col coordinamento dalla Procura di Castrovillari.