“Io non rischio” – Il 24 ottobre tutti in piazza in 44 comuni calabresi per le buone pratiche di protezione civile

Volontariato di Protezione Civile, Istituzioni e mondo della ricerca scientifica tornano in piazza grazie a “Io non rischio”, la campagna nazionale per diffondere la conoscenza dei rischi naturali nel nostro Paese e delle buone pratiche di protezione civile. L’appuntamento è per domenica 24 ottobre.

Volontarie e volontari saranno presenti negli spazi informativi “Io non rischio”, realizzati online e nei gazebo allestiti su gran parte del territorio nazionale – ben 44 in Calabria – per diffondere la cultura della prevenzione e sensibilizzare i cittadini sul rischio sismico, sul rischio alluvione e sul maremoto.

Fondamentale per la Campagna – giunta quest’anno all’undicesima edizione – è il ruolo attivo dei cittadini che potranno informarsi e confrontarsi con l’ausilio di contenuti interattivi e dirette streaming sui social media. L’edizione di quest’anno, inoltre, si arricchisce di una nuova e importante iniziativa: un evento digitale nazionale organizzato dal Dipartimento della Protezione Civile.

La Campagna a livello nazionale coinvolge oltre 3000 volontarie e volontari appartenenti a circa 500 realtà associative, tra sezioni locali delle organizzazioni nazionali di volontariato, gruppi comunali e associazioni locali di tutte le regioni d’Italia.

<<E’ una manifestazione della quale andiamo molto fieri – afferma il dirigente generale della Protezione Civile Calabria, Fortunato Varone – Il 24 ottobre sarà una sorta di festa per la Protezione Civile durante la quale diffonderemo il nostro modo di essere e operare per la tutela dei cittadini ma, soprattutto, faremo conoscere tutti i comportamenti da adottare in caso di emergenza. Perché l’azione del singolo, se moltiplicata per tutta una comunità, può salvare intere popolazioni.>>

<<Devo dire grazie – aggiunge Varone – ai volontari che rappresentano il nostro braccio operativo. In Calabria, per questa iniziativa saranno 50 le organizzazioni di volontariato a partecipare, tra associazioni e gruppi comunali, con circa 500 persone coinvolte attivamente. Avremo piazze digitali e fisiche; in quest’ultime verranno rispettate, ovviamente, le normative anti-Covid con entrate e uscite differenziate e vari punti per la distribuzione di gel igienizzante. Non sarà consegnato alcun materiale ma ci saranno schede e pieghevoli in formato poster con codice QR. Possiamo creare un modello migliore di società grazie alle pratiche di protezione civile.>>

“Io non rischio” – Campagna nata nel 2011 per sensibilizzare la popolazione sul rischio sismico – è promossa dal Dipartimento della Protezione Civile con Anpas-Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, Ingv-Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Reluis-Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica, Ispra-Istituto superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, Ogs-Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale, AiPo-Agenzia Interregionale per il fiume Po, Arpa Emilia-Romagna, Autorità di Bacino del fiume Arno, CamiLab-Università della Calabria, Fondazione Cima, Irpi-Istituto di ricerca per la Protezione idro-geologica, Regioni, Province Autonome e Comuni.

Sul sito ufficiale della Campagna, iononrischio.protezionecivile.it e sui profili social dedicati (canali Facebook, Twitter e Instagram) è possibile reperire informazioni, aggiornamenti e consultare i materiali informativi su cosa sapere e cosa fare prima, durante e dopo un terremoto, un maremoto o un’alluvione.

Di seguito l’elenco delle “Piazze IO NON RISCHIO” della Calabria:

Piazze fisiche: Acri, Belvedere Marittimo, Bisignano, Carolei, Castiglione Cosentino, Castrovillari, Cleto, Cosenza, Malvito, Paterno Calabro, Spezzano Sila, Catanzaro, Lamezia Terme, Sant’Andrea Apostolo dello Ionio, Soverato, Reggio Calabria, Sinopoli, Arena,

Piazze digitali: Cosenza, San Sosti, Spezzano Sila, Catanzaro, Chiaravalle Centrale, Marcellinara, Soverato, Belvedere Spinello, Cutro, Isola Capo Rizzuto, Savelli, Bova Marina, Camini, Caulonia, Monasterace, Reggio Calabria, Rizziconi, San Giorgio Morgeto, Mammola, Siderno, Taurianova, Sant’Onofrio, Vibo Valentia.