La calabrese Swamy Rotolo vince il David di Donatello come miglior attrice protagonista

Ancora un riconoscimento importante per la Calabria, ancora Reggio Calabria protagonista. Swamy Rotolo, 18enne reggina nata a Gioia Tauro, ha infatti vinto il David di Donatello come miglior attrice protagonista.

Il film in questione è “A Chiara”, del regista Jonas Carpignano. Swamy, che aveva già vinto il premio come migliore attrice al Cairo International Film Festival, ha esordito nel cinema nel 2017, a 13 anni, nel film “A Ciambra”, sempre di Jonas Carpignano.

La consegna del David è avvenuta nel corso della cerimonia condotta da Carlo Conti e Drusilla Foer a Cinecittà: “ringrazio l’Accademia del Cinema Italiano, la mia famiglia che mi ha sempre sopportato e sostenuto, i miei amici, le mie sorelle e Jonas che oltre va essere un fratello mi ha fatto conoscere questo mondo”, le sue parole.

Il film “A Chiara” è ambientato proprio nella città natale della protagonista, a Gioia Tauro, e racconta la storia di un’adolescente calabrese che scopre di avere il padre latitante e che vive nel “limbo” tra il legame con le sue origini e la non condivisione di quei modi di vivere.

La scoperta avviene il giorno dopo la festa del 18° compleanno della sorella di Chiara, quando il padre Claudio lascia improvvisamente Gioia Tauro.

La protagonista indaga, scopre i motivi della fuga e si interroga sul suo futuro. Il regista rivela di conoscere “Swamy da quando aveva nove anni, la sua famiglia da ancora prima, ovviamente quella che racconto non è davvero la loro storia. Il nostro non è un tradizionale rapporto attore-regista, per noi è stato un gioco divertente, spero si veda”.