La città di Palermo onora con targa commemorativa giornalista soveratese

Domenica 29 settembre il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, scoprirà a Palermo una targa commemorativa, affissa sull’edificio che ospitava la redazione e la tipografia del quotidiano L’Ora, dedicata a Vittorio Nisticò, nato a Soverato nel 1919, storico direttore per oltre vent’anni del giornale che osò sfidare “Cosa Nostra” di Luciano Liggio,  pubblicando per la prima volta a caratteri cubitali la parola «mafia», ricevendone nel 1958 per risposta un attentato, in cui furono fatti esplodere 5 chili di tritolo e la tipografia fu data alle fiamme.

Si comincia alle 10,30, in piazzetta Francesco Napoli, dove sarà scoperta una targa commemorativa dal sindaco Leoluca Orlando. Alle 18,30, al Teatro Santa Cecilia (via Piccola del Teatro Santa Cecilia 5, ingresso libero), in collaborazione con il Brass Group e con la Biblioteca Centrale della Regione Siciliana, che in ottobre pubblicherà il libro “L’Ora – Edizione straordinaria. Il romanzo di un giornale raccontato dai suoi cronisti”, si terrà un reading di brani di editoriali e di testi di Nisticò pubblicati su “Accadeva in Sicilia” (Sellerio Editore, 2001). Sullo schermo interviste a Nisticò ed altri giornalisti dell’Ora, realizzate dalla Rai negli anni 1974-90.

  Giuseppe Costarella