La droga dilaga tra i giovani di Soverato, nelle scuole l’azione di contrasto

Pacchetti più piccoli. Sostanze meno pure. I costi si abbattono per invogliare il consumatore. A 15 anni si inizia a fumare l’erba, chi ha qualche anno in più fuma eroina. L’uso di entrambe le sostanze é comunque legato ai superalcolici.

Questa è la fotografia del comprensorio soveratese in cui si alza l’attenzione, sopratutto nei confronti dei giovanissimi che all’eroina si avvicinano perché di questa droga non hanno l’immagine negativa diffusa dalle campagne di sensibilizzazione degli anni ‘80, quando il personaggio di Lupo Alberto faceva irruzione nelle scuole per raccontare i rischi legati alle dipendenze.

Il mercato degli spacciatori, nel tentativo di espandersi, trova nuove reclute nel territorio e nuove generazioni di tossicodipendenti. Per contrastarlo aumentano i controlli e le operazioni di polizia. In prima linea ancora una volta i carabinieri della Compagnia di Soverato, che combattono su più fronti.

Sabrina Amoroso – L’articolo completo nell’edizione odierna di Catanzaro della Gazzetta del Sud.