La figlia di un immigrato Calabrese eletta a capo del Consiglio di fabbrica della Volkswagen

Daniela Cavallo ora è la donna più potente del gruppo Volkswagen, l’azienda automobilistica più importante al mondo. Daniela Cavallo racconta, tra le altre cose, di quando i genitori ascoltavano Radio Colonia.

“A casa per la verità si parlava calabrese. Ma tutte le sere i miei genitori accendevano la radio per ascoltare Radio Colonia”. Parole e ricordi che emozionano Daniela Cavallo, figlia di Gastarbeiter e ora capo del Consiglio di fabbrica della Volkswagen, la più grande ed importante azienda automobilistica al mondo.

Daniela Cavallo, 46 anni, madre di due figli, è la prima donna responsabile dei 670mila dipendenti della casa di Wolfsburg, in maggioranza iscritti alla IG Metall, il sindacato dei metallurigici, il più grande al mondo.

Cavallo arriva a questa posizione in un momento molto difficile per il settore auto in Germania, in Europa e nel mondo: “Dobbiamo rispettare i limiti di CO2 imposti dall’Ue e quindi in futuro si punterà sull’elettrico”, spiega Cavallo che ha come obiettivo principale quello di difendere i posti di lavoro degli operai.