La grande scrittrice Anna Mongiardo andrebbe ricordata adeguatamente

Ad un anno dalla morte avvenuta nel paese natìo il 22 novembre 2014. Inviata una proposta ai Comuni di Sant’Andrea dello Jonio e di Soverato

anna-mongiardo-nel-1969-a-30-anni-168x300L’Università delle Generazioni è dell’opinione che la grande scrittrice calabrese Anna Mongiardo (Sant’Andrea Apostolo dello Jonio 1939-2014) andrebbe ricordata adeguatamente con un evento da realizzarsi, possibilmente il prossimo 22 novembre, nel primo anniversario della morte, nel suo paese natìo oppure a Soverato presso la Biblioteca delle Donne. Infatti, la Mongiardo è stata una intellettuale di avanguardia nell’Italia degli anni 60-80 ed una delle donne calabresi più lungimiranti sia in letteratura che nel costume sociale.
copertina libro SCRITTURA MIA di Anna MongiardoDopo gli studi superiori effettuati all’Istituto Maria Ausiliatrice di Soverato, la Mongiardo si è trasferita a Roma, dove ha frequentato i più importanti salotti letterari divenendone presto una delle protagoniste specialmente per i suoi romanzi assai discussi, ritenuti persino scandalosi perché tendevano a sganciare la donna dalla cultura della sottomissione familiare e sociale. Giornalista culturale del più diffuso quotidiano romano “Il Messaggero”, ha conosciuto gran parte degli scrittori e degli artisti italiani ed esteri gravitanti nella Capitale negli anni più effervescenti della contestazione, del femminismo e dell’anticonformismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.