La Guardia di finanza sequestra auto a boss della ‘Ndrangheta

Un’auto del valore di 26.500 euro è stata sequestrata dagli uomini del comando provinciale di Cosenza della Guardia di Finanza a Francesco Muto, detto “il re del pesce”, ritenuto il capo dell’omonimo clan della ‘ndrangheta di Cetraro, attualmente detenuto in regime speciale. Il sequestro riguarda una “Jeep Renegade” nuova e di prima immatricolazione.

Il provvedimento, emesso dal Giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Cosenza, Piero Santese, su richiesta del capo della procura bruzia, Mario Spagnuolo, è scaturito da un’indagine effettuata dai finanzieri cosentini, con particolare riferimento alle disposizioni normative che disciplinano il “monitoraggio ed il controllo delle variazioni patrimoniali dei soggetti destinatari di misure di prevenzione o condannati per reati di particolare allarme sociale”.

Le Fiamme Gialle, attraverso il costante utilizzo delle banche dati ed altre indagini, hanno ricostruito la vicenda della compravendita dell’autovettura, effettuata in una concessionaria con sede in un’altra regione d’Italia, accertando le violazioni di legge commesse da Franco Muto, al quale è stato contestato il reato di omessa comunicazione di variazione patrimoniale. Il provvedimento di sequestro è finalizzato alla confisca dell’autovettura, che passerà nel patrimonio dello Stato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.