La missione Pon dell’IC Catanzaro Nord-Est Manzoni, in fase di avvio progetti per il tempo presente

La missione della nostra scuola è caratterizzata da un motore di ricerca che ne determina i cardini su cui poggia l’intero apparato. Le caratteristiche fondamentali dell’Istituto comprensivo Manzoni sono: la cura e l’attenzione verso la storia di ogni singolo bambino e la personalizzazione del suo percorso di formazione umana e curriculare. È questa l’ottica da cui si è partiti per la realizzazione dei Progetti Pon 2021 che vedranno coinvolto tutto l’Istituto Comprensivo e sono partiti da pochissime ore. L’istituto con la messa in opera di tali progetti non solo ha anticipato interventi e finalità del Piano scuola estate 2021, ma ha dimostrato apertura e competenze nella lettura dei tempi e del momento presente. In questo momento storico particolare, è innegabile, l’Umanità intera sta attraversando uno dei periodi più bui. Siamo consapevoli dei problemi contingenti che tale momento ha prodotto e non siamo ancora certi di quelli che produrrà. Quello che è certo ed inconfutabile, è che una serie di problemi economici e sociali si sono abbattuti sulle società, sulle famiglie e sui ragazzi in particolare. Problemi di socialità mancata, incertezza sul presente e sul futuro, in frequenti casi associati a difficoltà di sussistenza economiche. Queste sono le problematiche più pressanti che si ritrovano a vivere oggi le famiglie ed alle quali sono esposti in modo pressante i ragazzi. L’Istituto Comprensivo agisce e opera immerso nella contemporaneità ed ha dato risposte contingenti alla congiuntura attuale e incardinate nella relazione di cura e nella storia di ogni singolo bambino.
Il Piano nell’impianto concettuale si conforma all’assunto profetico di Dostoevskij ”La bellezza salverà il mondo”. La “Bellezza”, intesa in senso “schilleriano”, è un concetto universale. Ad essa è affidato il potere di ricomporre in un’unità armonica il disordine fondamentale della realtà, rendendola capace, così, di rivelare un senso ultimo al di sopra del suo stesso caos. Una figura emblematica della piu’ alta passione civile come Peppino Impastato, vittima di mafia, ebbe a scrivere “Se si insegnasse la bellezza alla gente, la si fornirebbe di un’arma contro la rassegnazione, la paura e l’omertà”. Con uno sforzo, oserei dire titanico, la scuola ha risposto con la realizzazione e la messa in opera di progetti didattici e culturali che rispondono adeguatamente a quelli che sono i bisogni formativi emergenti. Si è fatto leva, innanzitutto, sulla motivazione con proposte adeguate e accattivanti. Chi avrebbe mai pensato per esempio di proporre lo studio della geometria e della matematica attraverso l’arte. Ebbene un pool di insegnanti ha studiato, elaborato e proposto nell’ambito del Pon “A scuola di competenze” questa azione che incardina, al passo delle piu’ aggiornate teorie scientifiche, ispirazione artistica e razionalità speculativa. Il titolo del progetto formativo infatti è: “La geometria nell’arte”, proposto in due moduli rivolti rispettivamente ai bimbi della scuola primaria ed ai ragazzi della secondaria di I grado. L’obiettivo del programma è quello, prima di tutto, di educare i bambini alla bellezza ed allo stupore che si origina dalla creazione artistica, lasciando intravedere, a partire dalla curiosità intellettuale e dall’esplorazione attiva, la struttura portante delle opere mirabili, imperniata sulla alta razionalità prospettica e geometrica. Da tale processo si origina l’attitudine all’osservazione scientifica e delle leggi regolative della natura. Un ulteriore obiettivo che il progetto si pone è quello di far conoscere ai ragazzi opere e lavori di artisti che hanno segnato i tempi e la storia dell’arte, nel mentre affinano, dunque, la conoscenza dei principi matematici e della geometria, attraverso la bellezza.
Anche per la scuola dell’infanzia l’Istituto comprensivo Manzoni, come più volte ribadito, opera nel mondo e nel tempo contemporaneo: con il progetto FSE “Alla scoperta del mondo attraverso la natura” in questo momento storico in cui anche la natura sembra volerci abbandonare, la scuola si pone l’obiettivo di il far riflettere il fanciullo, sin dalla tenera età, sull’importanza dell’essere cittadini consapevoli e attivi per la salvaguardia dei beni comuni. L’essere soggetti responsabili, destinatari e artefici della salvezza e della sostenibilità del nostro pianeta terra. Guardare alla scuola dell’Infanzia significa precorrere ed anticipare i tempi lunghi della storia. Un bambino che oggi impara a rispettare l’ambiente e ad agire sull’ambiente, sarà un uomo che tra vent’anni salverà il mondo.
Il macro progetto definito “A scuola di Competenze”, che ha come finalità primaria e fondamentale il recupero e il consolidamento delle competenze acquisite durante il corso dell’anno scolastico attraverso strumenti nuovi, invitanti e accattivanti, include complessivamente altri sei moduli : tre rivolti alla scuola primaria e tre rivolti alla scuola secondaria,

Il titolo dei moduli previsti per la scuola primaria sono:
“Giornaliamo 1” e “Giornaliamo 2”, “Change is” tenuto da un’insegnante di madrelingua, “Yes we can” e 2 moduli di“Lingua francese”.
l Pon “Giornaliamo 1 e 2” rivolti ai bambini delle classi quarte della scuola primaria, hanno come obiettivo primario il rafforzamento degli strumenti culturali per il discernimento delle notizie in questo caos di scritti e parole che ingessano e a volte terrorizzano gli uomini. Il Pon scolastico proposto, dall’emblematico titolo “Giornaliamo ”, intende promuovere un approccio critico e attento dei fatti che realmente accadono nel mondo contemporaneo, aiutando, gli studenti delle classi quarte della scuola primaria, ad acquisire una mentalità critica. Il progetto, pertanto, si propone di favorire la lettura, la scrittura ed altre forme di espressione come processo comunicativo, promuovendo attività di gruppo, di ricerca ed approfondimento su varie tematiche. I percorsi di lingua inglese e francese tenuti da esperti madrelingua non solo si prefiggono l’obiettivo del recupero e del consolidamento delle competenze acquisite durante l’anno scolastico, ma si pongono la finalità di fare esperienza viva di comunicazione e conversazione in lingua, cosa che solitamente si realizza molto al di là negli anni nei percorsi di studi. Amare la lingua straniera, capire la lingua straniera, esprimersi in lingua straniera, questi alcuni degli obiettivi prefissati dai Pon di lingua. Nelle Università più prestigiose del nostro paese, le lezioni si tengono solo ed esclusivamente in lingua inglese. Perché dunque non preparare i nostri ragazzi? Perché non progettare per loro un futuro ambizioso fatto di preparazione e competenze? Perché non sognare in grande?
L’Istituto Comprensivo Manzoni con la realizzazione e l’avvio di tali Progetti ha inteso fornire ai ragazzi strumenti idonei per conoscere, consolidare, scoprire ma soprattutto rimarcare la conoscenza e l’amore per lo studio e l’apprendimento. Le finalità perseguite con la realizzazione di questi progetti di studio sono ambiziose: l’amore per la conoscenza attraverso l’innovazione, le competenze e l’ambizione di imparare ad andare oltre i problemi contingenti. La scuola ha colto in pieno la sfida della Cultura come faro e proiezione al futuro.
Quadro sinottico Progetti PON
Progetto PON FSE “ A scuola di Competenze”
Sottoazione
Codice identificativo progetto
Titolo Modulo
10.2.2A
10.2.2A- FSEPON-CL- 2019-117
GIORNALIAMO 1
SCUOLA PRIMARIA
10.2.2A GIORNALIAMO 2
SCUOLA PRIMARIA
10.2.2A ‘CHANGE IS’
SCUOLA PRIMARIA
10.2.2A

LA GEOMETRIA NELL’ARTE SCUOLA PRIMARIA

10.2.2° LA GEOMETRIA NELL’ARTE- SCUOLA SECONDARIA
10.2.2° JE PARLE DONC JE SUIS 1 – SCUOLA SECONDARIA
10.2.2° JE PARLE DONC JE SUIS 2- SCUOLA SECONDARIA
10.2.2° YES,WE CAN -SCUOLA SECONDARIA
Progetto PON FSE Alla scoperta del mondo attraverso la natura

Sottoazion Codice identificativo progetto Titolo Modulo
10.2.1A 10.2.2A-FSEPON-CL-2019-57 SCOPRO IL MONDO INTORNO A ME 1
Scuola dell’infanzia
10.2.1A SCOPRO IL MONDO INTORNO A ME 2
Scuola dell’infanzia
10.2.21 SCOPRO IL MONDO INTORNO A ME 3
Scuola dell’infanzia