La pioggia non ha bloccato la “Piccantissima sera” a Cropani Mare

Cultura, spettacolo, animazione, musica, performance, degustazioni gastronomiche, questi gli ingredienti azzeccati della “Piccantissima sera” che si è tenuta sul lungomare di Cropani, organizzata dalla Pro Loco presieduta da Angelino Grano.

L’evento, moderato dal giornalista Luigi Stanizzi, ha registrato notevole presenza di pubblico nonostante il maltempo che fino a qualche ora prima sì è abbattuto sulla Costa Jonica.

Il presidente Grano ha consegnato una targa ricordo con questa motivazione:

“Alla Felice Memoria di Antonello Stanizzi 

(1953-2017) Giornalista – Big nazionale della Pubblicità – Primo Presidente della Pro Loco –

che amò profondamente il suo Paese natale e il Mar Jonio promuovendoli incessantemente con tutti i mezzi di informazione,

non mancando mai all’appuntamento di Agosto per 40 anni con la moglie Meris Berti.

Con infinita gratitudine. Pro Loco di Cropani – Ordine dei Giornalisti. Egli amava dire: Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare”. 

Ha ritirato il riconoscimento Francesca Stanizzi per nome e per conto del figlio di Antonello, Tommaso Federico Maria Stanizzi, che ha inviato il seguente toccante messaggio “Vorrei ringraziare tutti voi. Il Comune, L’Ordine dei Giornalisti della Calabria, la Pro Loco e tutti i presenti per aver dedicato del tempo a mio padre. Vi posso affermare, con sicurezza e fierezza che Antonello Stanizzi ha speso la Sua intera vita per la Sua terra. In ogni occasione pubblica o privata che fosse, con un orgoglio sincero e mai stucchevole ha affermato e confermato le Sue origini. Si nasce Calabresi, ma nascere Calabresi è un privilegio che va custodito e rafforzato nel tempo. Non basta ricordare, bisogna agire per il proprio paese e la propria terra. Questo è stato Antonello Stanizzi, un Calabrese fiero un Calabrese vero”. Dopo i doverosi e sentiti ringraziamenti di Francesca,  Il cantautore Michele Stanizzi, eccezionalmente, ha eseguito il suo brano inedito “Orme Cancellate” scritto per Antonello. Una targa ricordo è stata anche collocata sul Lungomare, al Lido Levato ex Lido Campagna mitico ritrovo estivo fin dagli Anni Sessanta. Il presidente Angelo Grano ha annunciato che per dare continuità ideale al primo presidente della Pro Loco, nominerà Luigi Stanizzi presidente onorario pregandolo di collaborare all’interno dell’organismo mirato alla promozione del territorio.

 Il moderatore ha fra l’altro puntualizzato che non è casuale la fama di Cropani per le opere d’arte, per il mare, le sue tradizioni, ma è frutto di un lungo impegno promozionale partito da molto lontano. Senza andare troppo indietro nel tempo ha ricordato l’attività di valorizzazione del paese attraverso libri, articoli, servizi radiofonici e televisivi, convegni, teatro, premi, eventi, sagre, portata avanti da Alfonso Dolce, Padre Remigio Lepera, Tommaso Le Pera, Saverio Grande, Don Nicola Arrotta, i giornalisti Antonello, Luigi e Rosario Stanizzi, i sindaci, la Pro Loco naturalmente, la Comunità Montana, il Gal di Franco Colosimo, le associazioni, ecc.. Insomma, la fama di cui gode l’intero paese è stata una conquista di chi ha lavorato per crearla, prendendo spunto da ogni aspetto positivo.

Chiusa la parentesi con una breve presentazione del libro “Antonello Stanizzi a più voci”, una sorta di biografia collettiva molto apprezzata che racconta Cropani dagli Anni Cinquanta ai giorni nostri; la serata è andata avanti con il saluto del presidente del Consiglio comunale Paolo Colosimo, che ha avuto parole di elogio nei confronti degli organizzatori assicurando il costante sostegno dell’amministrazione comunale. Al presidente Colosimo è stata donata una maglietta promozionale della Pro Loco, inoltre sono stati formulati i ringraziamenti pubblici al sindaco Raffaele Mercurio, all’assessore allo spettacolo Dario Mercurio, all’intera Giunta. È seguita l’originalissima esibizione, molto attesa,  dell’umorista Franco Verdiglione che ha imitato i versi di alcuni uccelli e animali, suscitando tanta allegria. Il pubblico ha gradito le sue performance salutate da lunghi applausi.

Grande festa musicale infine con l’apprezzata cover band dei Nomadi “Un pugno di sabbia”, capitanata energicamente dal cantautore cropanese Michele Ligaró, che è andata avanti fino a tarda ora coinvolgendo il pubblico in canti e balli. Michele Ligarò in pratica è diventato il mattatore di uno spettacolo davvero divertente, alternando brani ad aneddoti e curiosità,  dando ogni tanto anche qualche punzecchiatina: “Ma che mi significa avere a Cropani via Tirana? Intitoliamo anche qualche strada a personalità di Cropani che hanno fatto qualcosa di buono per il nostro paese!!!”  Finale alla grande per Michele Ligarò: standing ovation al canto corale – band cover Nomadi e pubblico – della mitica “Io vagabondo”.

 Ma naturalmente la “Piccantissima sera” è stata celebrata soprattutto davanti agli stand, dove il pubblico ha degustato le più preziose pietanze tipiche calabresi, tra cui l’Illustrissimo Morzello catanzarese in pitta, l’impareggiabile baccalà, le deliziosissime crespelle semplici o con la sarda, e rinfrescanti birre Esperia. Insomma, neanche la pioggia ha fermato la quattordicesima edizione della kermesse, riuscita al di sopra di ogni migliore aspettativa.