La prossima settimana arriva la rivoluzione di Scipione l’africano, gli effetti saranno eclatanti

Ci risiamo! L’atmosfera è pronta a tornare stabile e soprattutto molto calda. A proporci questi bollenti scenari ci penserà nientepopodimeno che l’ormai invincibile Scipione che già da alcuni giorni scalda i motori sul comparto più occidentale europeo e per la precisione a ridosso della Penisola Iberica.

Con le sue propaggini comunque, sta cominciando ad influenzare anche il clima del nostro Paese dove le temperature hanno fatto registrare già un evidente seppur contenuto aumento.

Anche il quadro meteorologico, gioco forza, è tornato praticamente stabile su tutta l’Italia dove il destino del meteo pare ormai chiaro come sia ben lungi dal tornare capriccioso.

Nei prossimi giorni dunque, sole e tanta stabilità atmosferica saranno accompagnate da un crescendo costante di caldo minato solo debolmente da qualche nota d’instabilità pomeridiane a ridosso dei monti.
Per gran parte della nuova settimana infatti, le uniche note stonate saranno i classici temporali di calore che si potranno sviluppare sia sui rilievi alpini, sia su quelli appenninici. Inutile cercare di capire più nel dettaglio dove si verificheranno questo genere di fenomeni, in quanto una delle loro principali caratteristiche è l’irregolarità con la quale si manifestano. Insomma, se avete deciso di avventurarvi in alta montagna, tenete un ombrello o un impermeabile a portata di mano per capirci.

Ma a conti fatti il vero protagonista della nuova settimana sarà il grande caldo destinato ad aumentare giorno dopo giorno. Fino a Mercoledì 15 e Giovedì 16 il cuore più caldo di Scipione resterà ancora confinato a ovest del nostro Paese. Da Venerdì 17 e per tutto il corso del weekend invece, un vortice in fase di approfondimento a Ovest della Spagna spingerà Scipione verso l’Italia dove il caldo bel tempo si farà ancora più intenso con tanto sole e temperature che torneranno sensibilmente ben lontane dagli standard climatici del periodo. 

Piccoli segnali di cambiamento si notano sul finire della Domenica quando Scipione sembra perdere un po’ della sua energia a partire dalle regioni di Nordovest. Ma di questo ce ne occuperemo nei prossimi aggiornamenti. (IlMeteo.it)