La Spesa Sospesa in Calabria, da Carrefour il Bonus 10% per i buoni spesa dei Comuni

L’iniziativa della società che gestisce oltre 200 punti vendita diversi nel Sud Italia si aggiunge al bonus aggiuntivo del 10% per chi utilizza i Buoni Spesa dei Comuni e al potenziamento degli acquisti online con Speasy.it. Sgaramella: “Aiuto concreto ai cittadini per l’emergenza Covid-19”.

Apulia Distribuzione, Centro di Distribuzione fondato in Puglia nel 2001 ha rilevato a inizio 2020 tutti i punti vendita Carrefour Italia in Calabria posizionandosi sul mercato calabrese con le insegne Carrefour Express, Carrefour Market e ipermercati Carrefour (in allegato l’elenco dei Comuni in cui è presente). Il gruppo pugliese, fondato dai fratelli Antonio e Massimo Sgaramella ha deciso quindi di avviare anche in Calabria, oltre che in Puglia e Basilicata, tre iniziative a sostegno delle famiglie in difficoltà a causa dell’emergenza Covid-19.

Si parte da “La Spesa Sospesa”, ispirata alla tradizione solidale del caffè sospeso napoletano, che consente agli utenti dei supermercati di acquistare qualche articolo in più durante la loro spesa (generi alimentari di prima necessità, prodotti per l’infanzia o per l’igiene personale e femminile) e di lasciarli in un carrello dedicato, posizionato subito dopo le casse per consentire ai Comuni di riferimento di distribuirli a chi ne ha bisogno in collaborazione con la Protezione Civile.

A “La Spesa Sospesa” si aggiungono poi altre due iniziative del gruppo che vanno nella stessa direzione: la prima è un bonus aggiuntivo del 10% sul valore dei Buoni Spesa dei Comuni per l’acquisto di beni necessari e applicato a tutti: in questo modo se il cittadino ha in mano un buono da 50 euro la sua spesa può arrivare a costare 55 euro e non dovrà versare la differenza. Così anche per i buoni di ogni valore su cui verrà calcolato sempre il 10% aggiuntivo del valore sulla spesa effettuata.

La seconda il potenziamento del servizio di acquisti online Speasy.it per cui i cittadini calabresi possono procedere a fare la propria spesa attraverso il sito o l’app da scaricare sul proprio telefono o tablet e passare in negozio solo per il ritiro, evitando le code all’esterno.

“Il nostro primo pensiero – spiega il direttore vendite Michele Sgaramella – è stato tutelare la salute dei nostri dipendenti e dei nostri clienti. Iniziative come queste derivano da settimane di pensieri che vanno in un’unica direzione. Sperando che questo brutto incubo finisca presto, colgo l’occasione per ribadire di restare a casa. Ci saranno ulteriori iniziative da parte di Apulia Distribuzione nel futuro prossimo che cercheranno di dimostrare sempre più la nostra vicinanza al cliente”.