“La Statale 106 al centro dell’agenda politica”

Al margine dell’avvio dei cantieri per la realizzazione della rotatoria a Santa Caterina dello Ionio, in qualità di Presidente dell’Unione dei Comuni Versante Ionico, esprimo grande soddisfazione perchè si tratta di un’opera strategica su un tratto di strada, la SS106, tra i più pericolosi e con alto tasso di incidentalià.

Giá da sindaco, insieme ad altri primi cittadini del basso ionio, avevamo fatto sentire qualche tempo fa la nostra voce affinché questa strada potesse beneficiare di seri interventi ai fini della sicurezza ed il nostro impegno è stato rafforzato anche con numerose interlocuzioni avute con la deputazione calabrese e, presso la sede dell’Unione, anche con la sottosegretaria Dalila Nesci, la quale, attraverso pure Pierluigi Galati, membro del suo staff, ha seguito l’intera questione.

Anche gli incontri con Anas e i suoi dirigenti, sono stati frequenti. Ed in questa sede, ancora una volta, voglio ringraziarli pubblicamente per aver accolto il nostro stimolo e aver inserito nella loro programmazione, una serie di interventi nei nostri comuni che andranno a mettere in sicurezza questa terribile strada tristemente nota come strada della morte.

Santa Caterina dello Ionio, infatti, è solo il punto di partenza di una ben ampia serie di interventi che interesseranno anche gli altri comuni fino a Davoli.
Tutto ciò è un importante passo in avanti che ci spinge ad un maggiore sforzo in questa dorezione. Contestualmente, siamo a lavoro affinché anche il PNRR possa occuparsi della questione SS106 e magari realizzare una tratta alternativa moderna e sicura per tutti i calabresi.
Al centro dell’agenda politica, comunque, i problemi e le soluzioni per il nostro territorio!

Francesco Severino