La Statale 106 può essere tutta inclusa nella Rete TEN-T Core ma l’On. Ferrara deve impegnarsi!

L’interrogazione presentata dall’eurodeputato di Fratelli d’Italia Vincenzo Sofo al Commissario Europeo ai Trasporti Adina Valean ha ormai certificato quanto già dichiarato dal Direttivo dell’Organizzazione di Volontariato “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” nel comunicato emesso nei giorni scorsi: affinché la Statale 106 sia tutta inclusa nella Rete TEN-T Core (principale), in modo da consentire che possa essere ammodernata attraverso cofinanziamenti provenienti da fondi europei, è necessaria una richiesta formale in cui il Governo esprima tale proposta.

Non solo, ma Adina Valen ha affermato che – riportiamo testualmente – «la Commissione europea è disponibile a considerare tale proposta nel caso in cui verrà presentata dal Governo italiano», evidenziando come ciò finora «non sia però mai avvenuto» e che i termini per farlo stanno per scadere, essendoci tempo fino al 14 dicembre 2021.

Il Direttivo condivide la riflessione del segretario calabrese del partito di Giorgia Meloni, il deputato Wanda Ferro, che ha definito «gravissimo che da Roma non sia stata ancora avanzata questa richiesta alla UE» e apprezziamo per il suo costante e sempre coerente impegno sulla Statale 106 convinti che si attiverà – come l’On. Ferro stessa dichiara – «immediatamente con i colleghi di Fratelli d’Italia per chiedere al ministro Mara Carfagna di adempiere entro i termini indicati dal commissario Valean a questo dovere nei confronti del popolo calabrese e meridionale».

Il Direttivo dell’Organizzazione di Volontariato “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” affinché anche questa volta non si perda l’occasione di includere tutta la Statale 106 nella Rete TEN-T Core ritiene necessario e fondamentale che vi sia un’ampia e trasversale volontà politica in seno al Governo capace di far maturare una semplice e banale richiesta che peraltro è perfettamente coerente con quanto stabilito ed evidenziato nel Piano Regionale dei Trasporti della Calabria adottato con D.G.R. n. 503 del 06/12/2016, ed approvato (dopo oltre 20 anni), con D.C.R. n.27 luglio del 2017. Anche per questo ci auguriamo che tutte le forze politiche che sostengono il Governo Draghi, dalla Lega al Pd, passando per Forza Italia, siano determinate nell’impegno che è necessario per ottenere questo risultato.

Per questa ragione il Direttivo propone pubblicamente all’On. europarlamentare Laura Ferrara di impegnarsi affinché il Governo Draghi, che vede nel M5S il partito politico con il maggior numero di parlamentari a sostenerlo, avanzi formalmente al più presto la richiesta alla Commissione Europea tenendo conto anche di quanto è riportato nel Piano Regionale dei Trasporti della Calabria.

Il Direttivo dell’Organizzazione di Volontariato “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” è convinto che questo importante risultato – che diventerebbe storico per la Calabria – può essere raggiunto. Allo stesso modo siamo convinti che ciò può accadere solo se vi sarà un lavoro sinergico tra le forze politiche di maggioranza e di minoranza al Governo e in Europa poiché le problematiche legate alla Statale 106 in Calabria possono essere superate solo se uniti. A tal proposito auspichiamo che anche le forze sociali ed il mondo dei comitati e dell’associazionismo possano spronare le forze politiche affinché facciano il loro dovere! Infine, intendiamo ringraziare l’impegno fin qui espresso da Fratelli d’Italia e siamo convinti che il M5S certamente ora farà la sua parte.