La superstrada delle bufale

Tratto Argusto-Gagliato della TrasversaleIl sindaco di Torre, Pitaro, è un valente avvocato, e perciò gli voglio dar credito che stia abilmente giocando con le parole, quando si dichiara sicuro che tra Gagliato e Augusto sia tutto a posto, e nello stesso tempo però richiede lui stesso assicurazioni all’ANAS: un’evidente contraddizione che un bravo legale come lui può commettere solo di proposito. Spero.
Io invece sono un povero pensionato ex professore, ma non sono ex reazionario, bensì reazionario in servizio o. e., e perciò vado alle spicce. Nel cuore dell’estate, il Pitaro e il sindaco di Gagliato annunziarono su tutti i giornali e tv che a settembre avremmo percorso la tratta Argusto – Gagliato; ma intanto erano le ferie, e non si vedeva manco un omino al lavoro! Infatti oggi è 12 novembre, e non si apre un piffio, né si aprirà.
Ma almeno Pitaro parla. Muti come tombe, invece: senatori, deputati, consiglieri regionali provinciali comunali, sindaci, intellettuali, eccetera.
Ad agosto arrivò Oliverio in persona, e gli rifilarono la fiaba che manca il guard rail. Oliverio poteva anche dire che i soldi, quattro soldi, li anticipava la Regione; invece ci credette come i bambini alla Befana. Beata ingenuità.
Ora, siccome la strada è pronta al 99,9% meno la ringhiera in qualche metro, anche il pollo più pollo non se la beve, la bufala del guard rail.
Qual è la verità? Cosa ci sta SOTTO?
Già, siamo proprio sicuri che qualcosa ci sia, SOTTO? O no?
Ai conigli, ragazzi, piacciono molto le carote. E io mi sento tanto, tanto coniglio.

Ulderico Nisticò

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.