La vergogna dei “rifiuti non conformi” alla Cittadella regionale

Dichiarazione dell’assessore comunale all’Ambiente di Catanzaro, Domenico Cavallaro: 

“Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire: venti giorni dopo la mia denuncia pubblica, a cui hanno fatto seguito altre segnalazioni da parte di un sindacato e di alcuni organi di stampa, la situazione rifiuti alla Cittadella regionale non è per niente migliorata. Anzi, anche oggi, come nelle scorse settimane, i dipendenti della Sieco – come dimostrato dalla foto in allegato – sono stati costretti ad apporre l’adesivo di “rifiuti non conformi” a un bel mucchio di spazzatura non differenziata e conferita in modo assolutamente scorretto. Speravo che quanto denunciato, ormai venti giorni fa, potesse sensibilizzare chi è preposto al controllo sul conferimento dei rifiuti nella sede della Regione”.

“Sarebbe bastata un’indicazione, dettata dal buon senso. Al contrario, purtroppo, niente di tutto ciò è accaduto. E allora mi chiedo come si possa andare in giro a diffondere e promuovere, fra i cittadini, le buone prassi in materia di riciclo e raccolta differenziata se poi le Istituzioni, in questo caso la Regione, se ne lavano le mani. Capisco che qualcuno abbia immaginato, con spaventosa arroganza, che la Sieco, società che gestisce la differenziata per conto del Comune, ripulisse tutto senza problemi”.

“Ma forse quel qualcuno non aveva fatto i conti con la necessità che i trasgressori di un’ordinanza comunale valida per tutto il territorio, quindi anche alla Cittadella, vengano non solo puniti, ma pure additati per quello che sono: sporcaccioni arroganti. Mi auguro, comunque, che l’ennesima figuraccia nel giro di neanche un mese faccia rinsavire chi è preposto al controllo del conferimento rifiuti alla Cittadella. In caso contrario, sotto l’albero di Natale sanno già quali saranno i “pacchi” da scartare”.