L’Aifa ritira Buscopan, Zantac e altri farmaci antiacido per “impurità cancerogena”

L’Aifa (Agenzia Italiana del Farmaco) ha disposto il ritiro dalle farmacie di alcuni lotti di medicinali antiacido a base di ranitidina, tra cui Buscopan e Zantac, prescritti per il trattamento: dell’ulcera, del reflusso gastroesofageo, del bruciore di stomaco e di altre condizioni associate a ipersecrezione acida. Il ritiro delle medicine in questione (prodotte sotto forma di compresse, fiale o sciroppi a base – per l’appunto – di questo inibitore della secrezione acida: la ranitidina) è dovuto all’«impurità cancerogena» della sostanza della N-nitrosodimetilammina (NDMA), emersa grazie ad alcuni studi effettuati dall’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (IARC) e  dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

La lista completa dei farmaci (ritenuti cancerogeni e ritirati dal mercato) può essere scaricata in fornato Pdf da aifa.gov.it .

La Nostra Salute • Magazine d’Informazione medico-scientifica • Direttore Editoriale: Vincenzo Pitaro • https://twitter.com/LaNostraSalute