Lamezia Terme – Al via progetto di collaborazione tra l’istituto tecnico per Geometri e l’aeroporto internazionale

accordo fotoE’ decollato il progetto di collaborazione tra l’istituto tecnico per Geometri e l’aeroporto internazionale di Lamezia Terme.

Presso l’Aula Magna dell’Itg, si è tenuto un convegno sul tema L’aeroporto Internazionale di Lamezia Terme: tra Realtà e Sviluppo”. Dopo l’ introduzione del dirigente scolastico Patrizia Costanzo, sono interventi il direttore aeroportuale per la Calabria di ENAC, Carlo Marfisi, il Sindaco di Lamezia Terme, Paolo Mascaro, e il presidente S.A.CAL. SpA Massimo Colosimo.

Durante l’incontro i massimi rappresentanti di ENAC, Vigili del Fuoco, S.A.CAL. ed ENAV  hanno relazionato, ciascuno per la parte di propria competenza, sui compiti e le funzioni di ciascun ente all’interno del complesso sistema aeroportuale.

Si è fatto riferimento all’attività di controllo e vigilanza svolta da ENAC, a garanzia e tutela della sicurezza del trasporto aereo, e al ruolo del gestore aeroportuale che, ai sensi dell’art. 705 del Codice della Navigazione, è il soggetto cui è affidato il compito di amministrare e gestire le infrastrutture aeroportuali.

Si è palato del ruolo di ENAV SpA che assicura l’assistenza, la sorveglianza, la sicurezza e il monitoraggio del traffico aereo.

Nel corso della mattinata è stata sottoscritta una convenzione tra l’Istituto Tecnico per Geometri di Lamezia Terme e la Società S.A.CAL. SpA, per la realizzazione di un’attività di alternanza scuola-lavoro presso l’aeroporto internazionale di Lamezia Terme, con la supervisione di ENAC, rivolta agli allievi dell’ITG, indirizzo “Trasporti e Logistica” – Articolazione “Conduzione del mezzo” – Opzione “Conduzione del mezzo aereo”.

accordo 1 fotoIl progetto di alternanza scuola-lavoro è finalizzato a far acquisire agli studenti competenze aeroportuali ed aeronautiche attraverso attività specifiche realizzate in un contesto di alto profilo professionale in cui le parole security, safety, qualità del servizio offerto, disciplina, competenza e accuratezza assumono un significato molto importante e sono tali da garantire lo svolgimento delle operazioni nel rispetto di tutte le norme e i regolamenti in vigore. L’allievo apprenderà direttamente sul campo le dinamiche operative e procedurali che consentono una gestione in sicurezza dell’aeroporto, dei passeggeri e degli aeromobili in arrivo e in partenza.

Il progetto è riservato agli alunni delle classi terza e quarta, per un totale di 100 ore, di cui 50 da svolgersi presso la Società S.A.CAL. SpA e 50 presso la Direzione Aeroportuale Calabria di ENAC, unica autorità di regolamentazione tecnica, certificazione, vigilanza e controllo nel settore dell’aviazione civile.

L’ alternanza scuola-lavoro è una modalità di collegamento della scuola con il mondo del lavoro. In base al decreto legislativo 77 del 2007, questo tipo di attività formativa consiste nella “realizzazione di percorsi progettati, attuati, verificati e valutati, sotto la responsabilità dell’istituzione scolastica, sulla base di apposite convenzioni con le imprese, con le rispettive associazioni di rappresentanza, con le camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura, o con gli enti pubblici e privati, ivi inclusi quelli del terzo settore, disponibili ad accogliere gli studenti per periodi di apprendimento in situazione lavorativa, che non costituiscono rapporto individuale di lavoro”.

Il raccordo tra la formazione scolastica e l’ apprendimento in ambiente lavorativo, per l’ acquisizione di competenze professionali spendibili nel mondo del lavoro, nasce dalla convinzione che oggi, più di ieri, è fondamentale promuovere la permeabilità tra sistema scolastico e sistema produttivo. La scuola dell’ autonomia punta all’integrazione didattica, curricolare ed extra curricolare dei saperi professionali, al fine di colmarne il divario tra il sistema di istruzione e il mondo del lavoro. La scuola di oggi vuole, da una parte, rispondere alle particolari esigenze socio-economiche del territorio e, nel contempo, facilitare la scelta del percorso di studio o di lavoro degli studenti in uscita, favorendo la conoscenza delle opportunità occupazionali.

La legge sulla “buona scuola” stabilisce che l’ alternanza scuola- lavoro sia obbligatoria per tutti gli alunni frequentanti le classi terze di tutti gli indirizzi di scuola superiore.

Antonella Mongiardo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.