Lamezia Terme – Trasporto studenti, ridotti i pullman al servizio dei disabili

lametia_terme“Per far cassa, si arriva addirittura a risparmiare sui disabili”. E’ questo il commento che si sente in questi giorni nell’ ambiente della scuola, da quando si è saputo che è venuto meno uno dei pullman scolastici che funzionano al servizio degli alunni portatori di handicap.
Secondo quanto riferitoci da alcuni operatori del settore, il Comune avrebbe deciso di risparmiare, riducendo da tre a due gli autobus che svolgono l’ importante compito di prelevare da casa gli studenti disabili per condurli a scuola, effettuando poi il percorso inverso al termine delle lezioni. Comprese le tappe intermedie, che prevedono l’ accompagnamento dei ragazzi nei luoghi dove vengono sottoposti alle terapie mediche specialistiche.
Una scelta economica certamente discutibile sul piano “etico”, che, tra l’ altro, si dice abbia provocato non pochi disagi alle scuole e ai ragazzi interessati all’ inizio dell’ anno scolastico, tenuto conto che sono rimasti soltanto due pullman a dover servire tutti gli istituti scolastici della città, primari, secondari, di primo e secondo grado. Per fortuna, al problema del trasporto dei ragazzi disabili si sarebbe posto rimedio grazie ad una certa flessibilità nell’orario di uscita da scuola, concordata con i dirigenti scolastici.
Migliora, invece, la situazione per quanto riguarda il trasporto degli alunni pendolari. Dopo il caos verificatosi nei giorni scorsi, a causa del posticipo, dalle 13,40 alle 14, 15 della corsa di pullman 5Bis -che aveva creato difficoltà non solo ai ragazzi di Sant’Eufemia, ma anche a tutti i pendolari, costretti alcuni giorni ad aspettare un’ ora per prendere il mezzo- da alcuni giorni i vecchi orari dei bus sono stati ripristinati. Per risolvere il disagio degli alunni residenti a Sant’ Eufemia la Multiservizi ha previsto una fermata a via S. Miceli, alle 14,20, della corsa 5Bis che parte dal polo scolastico alle 14, 15, dando così la possibilità di prendere il pullman anche ai ragazzi del geometra che precedentemente erano tagliati fuori.
“E’ un buon risultato- afferma il Comitato dei Genitori- ottenuto grazie alla tenacia delle mamme e dei papà che si sono battuti per difendere il diritto dei propri ragazzi di rientrare a casa dopo la scuola. Diamo atto alle istituzioni dell’ interesse e dell’ impegno dimostrati e ringraziamo i responsabili del settore trasporti della Multiservizi per aver ascoltato le nostre esigenze”.

Antonella Mongiardo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.