Lavoratori in nero e cibo avariato in un albergo nel catanzarese, titolare denunciato

Lavoratori in nero, cibo avariato e lavori senza rispetto delle norme di sicurezza. Sono queste le irregolarità riscontrate dai carabinieri della Compagnia di Girifalco, supportati dai colleghi del Nucleo Ispettorato del Lavoro (N.I.L.) e del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità (N.A.S.) di Catanzaro, nell’ambito di un servizio coordinato, eseguito nell’ultimo weekend.

In particolare, i militari hanno controllato un albergo di Cortale e hanno denunciato il titolare per l’omessa predisposizione di idonei ponteggi per i lavori di manutenzione in corso di esecuzione alla struttura alberghiera, nonché per cattiva conservazione di alimenti, avendo rinvenuto e sequestrato di 110 chili di cibo di varia natura tra cui funghi, carni e verdure destinati alla clientela, in pessimo stato di conservazione a causa dell’interruzione della “catena del freddo”.

Nella circostanza sono state elevate sanzioni amministrative per un totale di 10.800 euro ed identificati tre lavoratori irregolari che erano impegnati quale cuoco, per l’assistenza ai clienti e per lavori di manutenzione.