Le lotterie premiano la Calabria, ma sul web il ritorno è maggiore. Il 2022 certifica la crescita del trend dei giochi online

Un terno secco da ben 90mila euro. È l’ultima grande vincita che ha premiato la Calabria, nell’estrazione del Lotto dello scorso giovedì 6 luglio. Il fortunato vincitore, residente a Vibo Valentia, ha vinto grazie ai numeri 1, 4 e 8, aggiudicandosi il premio più alto di giornata (dietro di lui, con 68.750 euro incassati, un vincitore di Alghero, in provincia di Sassari, che ha puntato sugli esatti stessi tre numeri). Ma la fortuna ha continuato a baciare la nostra regione anche nell’estrazione del 10eLotto, con 20mila euro vinti tramite una giocata effettuata a Reggio Calabria, mentre a Vieste (Foggia) e Giugliano in Campania (Napoli) si sono registrate due vincite da 50mila euro ciascuna, come riportato dal sito di AGIMEG.

Fonte: Unsplash

A Taurianova, Guardavalle e Castrovillari le vincite maggiori dell’autunno calabrese

A dire il vero, la scia delle vincite calabresi era iniziata già da un mese prima. Lo scorso giovedì 29 settembre a Castrovillari, in provincia di Cosenza, è stata centrata una vincita da 27.600 euro, mentre nel concorso di martedì 27 settembre due giocate separate hanno, nel totale, quasi toccato quota 170mila euro: la prima, con una spesa di 3 euro, ha portato nelle tasche di un giocatore di Guardavalle, in provincia di Catanzaro, 124.750 euro, grazie alla combinazione dei numeri 9, 19, 33 e 89 usciti sulla ruota di Milano, l’altra, effettuata a Taurianova, in provincia di Reggio Calabria, ha fruttato al vincitore 45mila euro, con un terno sui numeri 9, 13 e 19 sulla ruota di Milano. Ad oggi sono di circa 900 milioni di euro le vincite del Lotto distribuite in tutta Italia dall’inizio dell’anno, circa 4 miliardi considerato anche il 10eLotto.

Fonte: Unsplash

In crescita il trend delle giocate su internet. Gli italiani preferiscono casinò e slot

Vincite ma non solo, perché nel nostro Paese soprattutto si gioca. Se un tempo la maggior parte delle giocate venivano effettuate in tabaccheria, oggi l’opinione degli esperti è che non soltanto il futuro ma anche il presente cominci a essere online. Lo dimostrano anche i dati pubblicati da ADM sul primo semestre gennaio-giugno del 2022: gli italiani giocano sempre più sul web e, a differenza del passato, al posto delle scommesse sportive oramai preferiscono puntare sui giochi da casinò e slot online, dunque sui siti come Big casinò che riescono ad attrarre i giocatori non solo grazie al catalogo, spesso vastissimo, di giochi a disposizione, ma anche con la proposta di bonus e offerte ricorrenti. Un trend in forte crescita in rapporto soprattutto al 2021, anno che ha registrato un 24,3% sul mercato nazionale, per quanto riguarda le utenze impegnate nei giochi online, mentre oggi si è arrivati addirittura al 42,7%.

Fonte: Unsplash

Nel 2022 RTP all’84,6%: merito dei giochi online (96%), non delle lotterie (70,1%)

Nonostante la forte crescita dell’affluenze sui siti di giochi online, la fetta maggiore (57,3%) deriva quindi ancora dalle giocate nelle località terrestri. Torniamo quindi al Lotto e concorsi simili: proprio il settore delle lotterie si registra in ribasso rispetto al 2021, quando la spesa ammontava al 20,3%, mentre nei primi sei mesi del 2022 questa è scesa al 15,9%, pari a circa 10,2 miliardi di euro giocati. Sulle slot machine fisiche (sia gli apparecchi a vincita limitata che le videolotterie) invece la quota sale al 25,4%, in netto vantaggio dunque sulle scommesse sportive che si fermano al 14,8%. Chiude con un leggero aumento il Bingo, dallo 0,9% all’1,2%. Il ritorno al giocatore (RTP o payout) si mantiene quasi stabile sull’84,6%, ma sono ancora una volta i giochi online a fare aumentare la media complessiva con un ritorno del 96%, proprio contro le lotterie che la abbassano con il 70,1%. Se il futuro dei giochi è su internet, una ragione deve pur esserci.