Legge speciale per Catanzaro: Sergio Abramo rispone ad Enzo Bruno

abramo_sergio“A me non interessano le contrapposizioni, interne ed esterne ai partiti, a me interessa solo risolvere i problemi di Catanzaro.  Se la proposta di una legge speciale per Catanzaro avanzata dal presidente Bruno è sincera – e non ho motivi di ritenere il contrario – mi aspetto azioni conseguenti. La prima è ascoltare l’autorevole parere del presidente della Regione sulla proposta. E’ evidente che, senza l’imput politico del presidente Oliverio, difficilmente l’iniziativa di Bruno potrà partorire. Al presidente Bruno chiedo invece che i consiglieri regionali del PD, che è lo stesso suo partito,  formulino la bozza della legge speciale e ne avviino formalmente l’iter legislativo in Consiglio regionale. Da parte mia, lancerò un appello bipartisan a tutti i consiglieri regionali – di centrodestra, di centro e di centrosinistra – perché la proposta venga sostenuta in tutte le sedi. Mi aspetto, naturalmente, che la proposta di legge contenga – come da me sempre richiesto – precise disposizioni sul ruolo istituzionale di Catanzaro (vedi sedi della Sovrintendenza, della RAI, del Provveditorato dell’Amministrazione Penitenziaria, etc) e altrettanto precise risorse da destinare al potenziamento dell’assetto urbano del Capoluogo. Altrimenti, sarà, come al solito “aria fritta”. Quanto all’impegno del presidente Oliverio per Catanzaro rispetto alle opere avviate, finanziate e appaltate dai suoi predecessori (metropolitana), nonché dei finanziamenti erogati nelle precedenti legislature (nuovo ospedale, porto), mi aspetto atti ufficiali.”

ARTICOLO CORRELATO
Politiche regionali per Catanzaro, il presidente della Provincia risponde al sindaco Abramo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *