L’IIS Ferrari di Chiaravalle va in scena con l’Aulularia di Plauto

Venerdì 22 luglio alle ore 21.30 “Si va in scena” ancora una volta con l’IIS “Enzo Ferrari” di Chiaravalle Centrale. A calcare il palcoscenico del Teatro Impero saranno gli studenti del biennio del Liceo Scientifico che si cimenteranno in una personale interpretazione dell’Aulularia, la “Commedia della pentola”, di Tito Maccio Plauto con la regia delle docenti Caterina Rita Bertucci e Chiarina Macrina.

La vicenda ruota intorno ad una pentola piena d’oro che il vecchio avaro Euclione conserva con la costante paura che gli possa venire sottratta. Nel prologo è la divinità della famiglia, il Lar familiaris, che introduce chiaramente l’argomento.

Gli elementi che rendono vivace la vicenda sono gli equivoci che investono i ventuno personaggi tra insulti ed invettive secondo i ritmi propri delle commedie di Plauto: il sospettoso protagonista, la vecchia serva, l’adulescens innamorato, cuochi malmenati e servi furbi e fanfaroni si ricorrono con una serie di trovate sceniche e linguistiche, espressioni popolari e colorate, frasi nella lingua originale incastonate nella traduzione italiana, che restituiscono al latino la vivacità del registro linguistico.

Un testo vivace e brillante, arricchito dalla mimica interpretativa dei giovani personaggi capaci di coinvolgere il pubblico rendendolo partecipe di un finale originale.

Ancora una volta il teatro entra a far parte dell’offerta formativa dell’IIS Ferrari di Chiaravalle, a rinsaldare quel legame con il meraviglioso patrimonio culturale che gli antichi ci hanno lasciato in eredità. Lo spettacolo, che conclude la trilogia teatrale promossa con vigore dal Dirigente Scolastico Saverio Candelieri nell’ambito del Progetto Pon di inclusione sociale e lotta al disagio, rappresenta non solo per i ragazzi, ma anche per tutti coloro che hanno voglia di rivedere un classico, l’occasione di tornare a sorridere.