Litiga con il nipote e lo minaccia con la pistola, 47enne arrestato

Litiga con il nipote, lo minaccia con un coltello e una pistola. I carabinieri di Isola di Capo Rizzuto sono infatti intervenuti a seguito di una richiesta di intervento che segnalava una persona armata che stava litigando con un giovane. Giunti sul posto, i militari hanno trovato il solo 20enne, vittima di gravissime minacce e percosse che sarebbero state poste in essere dallo zio 47enne, entrambi del luogo.

Appreso i particolari della lite, ed in particolare che l’aggressore fosse armato di coltello e pistola, i carabinieri si sono messi subito sulle tracce dell’uomo, individuandolo successivamente per strada. L’immediata perquisizione personale dava esito negativo. L’atto di ricerca veniva esteso all’abitazione del 47enne e permetteva il rinvenimento del coltello.

Poco dopo, però, notando l’uomo nuovamente sulla pubblica via, i carabinieri hanno proceduto a un ulteriore controllo, sottoponendolo a perquisizione personale, così rinvenendo sotto la cintola dei pantaloni, una pistola cal. 7,65 con matricola abrasa, completa di due caricatori con 12 cartucce, pronta all’uso.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, su disposizione del Pm di turno della Procura della Repubblica di Crotone, è stato tradotto presso la locale Casa Circondariale.

I carabinieri, però, proseguendo l’attività investigativa, eseguendo un’ulteriore e più approfondita perquisizione presso il domicilio dell’arrestato, hanno trovato, all’interno di un’intercapedine del muro della sala da pranzo, un fucile sovrapposto cal. 12 marca Franchi, con matricola abrasa, 34 cartucce stesso calibro, e circa un chilogrammo di marijuana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.