Macabra scoperta di un cittadino, trova tre bare abbandonate tra i rifiuti

Indagini della Polizia sono in corso a Vibo, per far luce sul ritrovamento di alcune bare vuote in un’area trasformata in discarica abusiva lungo la Statale 606, nei pressi del carcere cittadino. Si tratta di tre bare trovate insieme ad altri rifiuti, fra cui vestiti, che comunque pare non siano riconducibili a nessun cadavere, in un terreno posto alle spalle di un distributore di benzina.

È stato un passante a notare le casse nella discarica ed a chiamare la Polizia giunta sul posto con gli agenti della sezione Volante che hanno avviato le indagini.

Sulle bare non c’era nessun nome e la Polizia esclude al momento ogni collegamento con il trafugamento di alcune lapidi avvenute lo scorso anno all’interno del cimitero di Vibo dove per anni – come svelato da ultimo dall’inchiesta antimafia “Rinascita-Scott” – ci sarebbe stato un vero e proprio “mercato nero” delle cappelle con i servizi cimiteriali gestiti da esponenti del clan Lo Bianco. Del rinvenimento delle bare la Polizia ha informato la locale Procura della Repubblica.