Magna Graecia Film Festival e Premio Rotella profumano di Oscar con “E’ stata la mano di Dio”

Anche il Magna Graecia Film Festival e il Premio Rotella profumano di Oscar grazie alla nomination come miglior film straniero per “E’ stata la mano di Dio” di Paolo Sorrentino. All’ultima edizione del festival di Catanzaro, ideato da Gianvito Casadonte, ha infatti preso parte, in qualità di giurata, la straordinaria protagonista Teresa Saponangelo che nel film interpreta il ruolo della madre del giovane aspirante regista.

La stessa attrice ha sfilato la scorsa estate sul red carpet del MGFF, consegnando anche uno dei premi decretati dalla giuria, per le opere prime e seconde in concorso, in occasione della serata finale. 

“La notizia della candidatura all’Oscar per il film di Sorrentino – afferma Casadonte – è un motivo di orgoglio e di soddisfazione in più anche per il nostro festival che, tra i tanti ospiti illustri, ha potuto vantare la presenza di una interprete brava e sensibile. Teresa Saponangelo è straordinaria nel vestire un ruolo delicato e complesso e l’averla avuta come giurata a Catanzaro è stato un ulteriore attestato di qualità per il Magna Graecia Film Festival”.

Casadonte ricorda, inoltre, che il Premio Fondazione Mimmo Rotella – il riconoscimento, dedicato alla memoria del celebre artista catanzarese, inserito tra gli eventi collaterali della Mostra del Cinema di Venezia – è stato anche consegnato a Paolo Sorrentino e Toni Servillo che oggi sono in corsa per la statuetta più ambita.