Maltempo, l’Uragano Mediterraneo piomba nel mar Jonio e flagella la Calabria. Furiosi temporali tra Catanzaro e Crotone

È stata una notte da lupi a Reggio Calabria a causa del maltempo provocato dall’Uragano Mediterraneo “Udine” in risalita sul mar Jonio: nella città calabrese dello Stretto, infatti, tra le 02:00 e le 03:00 si è concentrato un violentissimo temporale che ha scaricato abbondanti quantitativi di pioggia al punto che stamattina la città si è risvegliata sott’acqua.

In centro sono caduti 35mm di pioggia per il secondo forte nubifragio di questo mese di Settembre dopo quello che giorno 3 aveva scaricato 41mm di pioggia. Ma le zone più colpite dalla tempesta della notte sono state quelle collinari, sul versante dello Stretto dell’Aspromonte, con 65mm ad Arasì, 63mm a Rumìa, 60mm a Sant’Alessio in Aspromonte, 58mm a Pietrastorta, 53mm a Cardeto.

All’alba, i temporali più forti di sono spostati sulla fascia jonica della Calabria centrale e stanno colpendo tuttora con insistenza la zona costiera compresa tra Catanzaro e Crotone, dove spiccano i 90mm di pioggia caduti a Campolongo, frazione di Isola di Capo Rizzuto, dove sta continuando a diluviare.

Intanto l’Uragano Mediterraneo si è approfondito fino a 999hPa nel mar Jonio e continuerà ad alimentare maltempo anche nelle prossime ore soprattutto in Calabria e Sicilia. (MeteoWeb.eu)