Mamma di due figli uccisa a coltellate dall’ex marito, erano separati da un mese

Ha avuto solo il tempo di dire ai vicini «mi hanno accoltellata». Poi Giuseppina Di Luca, 47 anni di origini calabresi, è morta sugli ultimi gradini delle scale di casa. Scappando dal marito che non accettava di diventare ex e che si è trasformato in assassino.

In una palazzina moderna di via Marconi ad Agnosine, paese della Valsabbia in provincia di Brescia, è stata una mattinata di sangue.

Paolo Vecchia, 52 anni, ha aspettato la vittima sul pianerottolo di quell’abitazione dove lei era andata ad abitare un mese fa, in attesa di completare le pratiche della separazione.

La donna aveva deciso di dire basta alla storia dalla quale erano nate due figlie di 21 e 24 anni, e lui ha reagito con violenza sanguinaria, dopo che nell’ultimo mese aveva pedinato a più riprese la moglie.