“Mani fatate” a Montauro

Giorno 14 c.m., presso le ampie sale di Palazzo Zizzi a Montauro, si è svolto, a cura dell’Associazione Culturale A. Pisani e dell’Associazione Femminile Montaurese, il quarto incontro sulla bellezza, avente come tema l’arte del ricamo.

Dopo i saluti del Presidente dell’Associazione A.Pisani, architetto Francesco Marascio, è intervenuta la sig.ra Marilena Leomporra, Presidente dell’Associazione Femminile, che ha tracciato la storia più che trentennale dell’associazione e le tantissime attività realizzate a Montauro, in provincia e in tutta la regione.
Ospiti preziosissimi la poetessa e giornalista, Bruna Filippone e la scrittrice, Palma Comandè.

La dott.ssa Filippone ha incantato i presenti con il suo intervento sulla storia del ricamo in Calabria.
La dott.ssa Comandè, facendo riferimento al suo ultimo romanzo “La Padrina”, ha puntualizzato l’importanza del ricamo tra le donne calabresi come momento di riscatto dal predominio maschile e d’indipendenza anche economica.

Hanno arricchito la serata: il pittore Rafael che ha immortalato in estemporanea gli aspetti più significativi dell’incontro ed il suggestivo video che ritrae l’illustre passato dell’Associazione Femminile, realizzato dall’ing. Gabriele Greto.

A seguire, inaugurazione della mostra di manufatti ricamati dalle signore del luogo. A tagliare il nastro, la signora Rosa Cristofaro, la più anziana dell’Associazione Femminile.

La mostra, realizzata con il prezioso supporto dell’architetto Elvira Tropiano, ha entusiasmato tutti i presenti.
E’ stata un’occasione per ripartire dalle proprie radici, dalle proprie tradizioni, da un glorioso passato per avviare una rinascita necessaria per un Paese che ha tanto da offrire in termini di storia, architettura, ambiente, buona cucina.

Maria Lombardo