Manifestazione di fine anno scolastico a San Sostene Marina

Giorno 8 Giugno:  il sole alto levato e l’ aria odorosa del mattino … effluvi densi d’ estate e ultimo giorno di scuola: ultima campanella e un misto sentimento di euforia e malinconia intride l’aria . Non c’è traccia di libri, di zaini, ma solo ragazzi e ragazze del plesso di San Sostene Marina di bianco vestiti, con tanto di papillon e strumenti musicali, pronti ad andare in scena, ad animare la manifestazione finale : “ the musical side of the school –  I Prof Floyd  & Company “  a cura della Professore Italia Maria Teresa ( Musica ), in collaborazione con il prof Cardamone e il prof Arcuri, responsabile di plesso che ha fortemente voluto la manifestazione durante la quale gli alunni hanno eseguito i brani studiati nel corso dell’ intero anno scolastico: hanno suonato e cantato e lo hanno fatto con entusiasmo e passione.

Con loro, cioè in mezzo a loro, vestiti esattamente come loro, il prof Cardamone, il prof Arcuri e la professoressa Gentile che sembrava coetanea degli alunni, mentre la professoressa Italia ha diretto l’ orchestra con maestria. Prezioso il contributo del prof Cerminara che insegna strumento, ma che soprattutto insegna ai ragazzi ad amare la musica .Tutti gli altri docenti del plesso hanno fornito ausilio, evitando di cimentarsi nel canto per rispetto della musica.

Era presente il dirigente scolastico, prof. Valerio Mazza, la cui passione per la musica lo ha portato a sposare entusiasticamente l’ iniziativa promossa dal plesso di San Sostene che per tutto l’ anno si è mostrato dinamico, attivo, innovativo nella proposta didattica; in particolar modo è stata sposata la filosofia dell’ imparar giocando, puntando sempre sulle competenze e accantonando il nozionismo che dovrebbe ormai appartenere alle buone cose di pessimo gusto di gozzaniana memoria.

Preparare lo spettacolo ha consentito di creare un’  amalgama fra docenti e studenti che durante le prove dello spettacolo hanno condiviso difficoltà e fatiche, sacrifici e momenti ludici; si è venuta a creare un‘ atmosfera   quasi magica, perché nell’ arte c’è quella magia che è giusto che i ragazzi assaporino e la scuola può anche questo, se solo lo vuole … se solo ci si sforza di capire che lo sport, la musica e l’ arte in genere, non sono momenti ludici o “ perdite di tempo” come continua a sostenere qualche vetusto e polveroso figuro che ancora circola per le scuole, ma momenti di cultura, di condivisione, occasioni di apprendimento .

È seguita poi la consegna degli attestati agli alunni e un momento di festa con la partecipazione dei genitori che hanno contribuito recando leccornie varie che hanno deliziato il palato di tutti i presenti e regalato un ulteriore momento di festa, perché la scuola è anche questo … è anche gioia, festa, sorrisi … non si apprende meglio nel grigiore della monotonia e nell’ asfissia della severità .

Prof. A. Pellegrino

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.