Marijuana nascosta nel forno a legna nel catanzarese, un arresto e due denunce

Alla vista dei Carabinieri hanno tentato di nascondersi per sottrarsi al controllo, ma il gesto è costato caro a 3 giovani residenti in provincia di Catanzaro. I militari della Stazione di Sellia Marina, insospettiti dal loro comportamento, hanno sottoposto i soggetti a perquisizione personale e domiciliare rinvenendo, presso l’abitazione del più giovane, di 19 anni, circa 50 grammi di marijuana suddivisa in dosi, sapientemente nascosta all’interno del forno a legna.

All’interno dell’abitazione è stato, inoltre, rinvenuto un bilancino di precisione, dei “trita erba” e materiale per il confezionamento. Gli altri due soggetti controllati, di 19 e 21 anni, sono stati invece trovati in possesso di banconote di piccolo taglio, ma la ricostruzione dei fatti ha accertato la loro presenza sul posto alla commissione di reati in materia di stupefacenti.

Al termine degli accertamenti, il primo dei tre giovani è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida, mentre gli altri due denunciati in stato di libertà alla competente A.G.

Tale risultato si inserisce nel più generale servizio di controllo e contrasto in materia di stupefacenti predisposto dalla Compagnia Carabinieri di Sellia Marina che nel corso della settimana di Ferragosto sta eseguendo controlli anche con l’impiego di unità cinofile.

E infatti, solo qualche giorno prima, nel territorio di Petronà, un altro giovane, nel tentativo di nascondersi ai carabinieri, è stato trovato in possesso di stupefacente e segnalato al Prefetto di Catanzaro.