Matrimonio interrotto dai finanzieri, a servire ai tavoli lavoratori in nero

Matrimonio con sorpresa. Evento conviviale mercoledì sera interrotto dai carabinieri e dai militari della Guardia di Finanza perché a servire tra i tavoli ci sarebbero stati dieci lavoratori in nero. Da qui la sospensione dell’attività e 36 mila euro di multa alla società che gestisce il Mocambo, noto locale di Pizzo.

La notizia è riportata nell’edizione di oggi della “Gazzetta del Sud”. I militari sono arrivati alle 21 di sera proprio mentre si svolgeva il banchetto nuziale ed hanno, così, condotto una serie di controlli amministrativi al termine dei quali è stata riscontrata la presenza di dieci lavoratori in nero. Non è la prima volta che il locale viene attenzionato dalle forze dell’ordine.

Lo scorso 10 marzo, infatti, era stata revocata la licenza al titolare per gravi criticità igieniche (sarebbero stati trovati escrementi animali vicino alle pietanze, prodotti ittici scaduti e mal conservati e alimenti ammuffiti, utilizzati per la preparazioni dei piatti).