Matteo Zangari morto 3 giorni dopo la nascita a Soverato

Riceviamo e pubblichiamo:
A scrivere siamo i genitori del piccolo Matteo Zangari che tutti ricorderete è morto dopo 3 giorni dalla nascita a Soverato, oggi volevamo rendere pubblico che a distanza di sette lunghi anni ci troviamo in un tunnel senza uscita a causa di continui rinvii, continui cambi di Giudici e Pm, testi che non si presentano alle udienze tra cui anche i periti incaricati dalla Procura e lungaggini varie, che ad oggi stanno avviando il processo verso una fase di prescrizione.

Sono sette lunghi anni che cerchiamo quella giustizia che in un mondo normale e civile sarebbe già arrivata, si sarebbe arrivata ma questo non è possibile se ci si trova a fare i processi in Calabria e in particolar modo a Catanzaro dove la macchina dello Stato si è fermata da anni, e dove tutto procede a rilento e in modi discutibili.

Oggi siamo qui per poter smuovere quella coscienza che speriamo a qualcuno sia rimasta, e far sì che questo processo volga verso la fine perché ci sentiamo in obbligo di dare giustizia a nostro figlio strappato alla vita da chi invece dovrebbe darla la vita.

Certi e fiduciosi della legge, Antonio e Chiara