Maxi sbarco di migranti in Calabria, 240 soccorsi in mare

A seguito di due operazioni di soccorso in mare effettuate dai militari della Guardia costiera di Roccella, sono stati circa 240 i migranti giunti nello scalo marittimo roccellese. Tra i profughi, di varie nazionalità, diversi nuclei familiari e minori non accompagnati.

Prima di essere trasferiti sulle motovedette della Guardia Costiera i migranti si trovavano a circa 50 miglia di distanza dalla costa calabrese a bordo di un vecchio peschereccio partito dalla Libia circa 5 giorni fa, insieme ad altri 250 profughi. Questi ultimi sono stati condotti a Messina.

A Roccella, invece, i circa 240 profughi dopo lo sbarco sono stati sottoposti al test del tampone molecolare anticovid e successivamente sistemati temporaneamente, sempre nel Porto, in una tensostruttura gestita dai volontari della Croce Rossa e della Protezione civile.