Messaggi ai Massoni di Soverato a seguito di quanto comparso su Facebook

Sicché cari (si fa per dire), sarebbe meglio dire stolti massoni in particolare quelli di Soverato:
– F. C. (non tirare in campo quel tuo parente sacerdote che era massone, non fa testo) – G. G. – dr. C. – F. B. – avv. S. – Card.– eccetera eccetera
– vergognatevi di aver rinunciato alla cosa più cara che l’uomo ha ricevuto: LA LIBERTA’ Quella esaltata da Sommo Dante “Libertà va cercando, ch’è sì cara, come sa chi per lei vita rifiuta”. Non mi riferisco alla libertà di Rousseau, padre della pedagogia contemporanea, che rappresenta una formidabile “contraddizione” rispetto alla società del suo tempo e a quella stessa cultura illuministica a cui per un certo periodo si è legato tanto da sentirsi portatore di una Riforma, che dovrà essere radicale. Egli infatti afferma che non si può scendere a compromessi, adeguarsi alle regole: occorre che l’uomo si reintegri nella sua bontà naturale per diventare artefice del cambiamento sociale totale alla cui base c’è l’educazione la realizzazione di un progetto morale e politico.

Mi riferisco invece a quella libertà concessa ed insegnata da Cristo e non a quella scandita da voi, rivolta ad un sintomatico e non meglio identificato “architetto del mondo”,”al simbolico trismegisto A:G:D:G:A:D:U: (Alla Gloria del Grande Architetto dell’Universo – Alla Gloria del Supremo Architetto dei Mondi ) accettando l’0rdine dell’ obbedienza a quel fantomatico “ architetto dl mondo” che altro non è che lucifero. Cosi non fate altro che tentare di uccidere Gesù.
Sulla Bibbia [Giovanni 8:31-37] troviamo Gesù che ribatte all’alterigia dei Giudei: “Gesù allora disse a quei Giudei che gli avevano creduto: «Se rimanete nella mia parola, siete davvero miei discepoli; conoscerete la verità e la verità vi farà LIBERI». Gli risposero: «Noi siamo discendenti di Abramo e non siamo mai stati schiavi di nessuno. Come si può dire: “Diventerete LIBERI”?». Gesù rispose loro: «In verità, in verità io vi dico: chiunque commette il peccato è schiavo del peccato. Ora, lo schiavo non resta per sempre nella casa; il figlio vi resta per sempre. Se dunque il Figlio vi farà LIBERI, sarete LIBERI davvero. So che siete discendenti di Abramo. Ma intanto cercate di uccidermi perché la mia parola non trova accoglienza in voi”.

ATTENZIONE ! La LIBERTA’ di cui si parla consiste purtroppo, e semplicemente, in un asservimento a forze astute e manipolatrici che addormentando la coscienza facendo credere di essere LIBERI. Se volete, leggete sulla Bibbia la profezia contenuta nella seconda lettera di Pietro [2 Pietro 2:17-19]: “Costoro sono come sorgenti senz’acqua e come nuvole agitate dalla tempesta, e a loro è riservata l’oscurità delle tenebre. Con discorsi arroganti e vuoti e mediante sfrenate passioni carnali adescano quelli che da poco si sono allontanati da chi vive nell’errore. Promettono loro LIBERTA’ mentre sono essi stessi schiavi della corruzione. L’uomo infatti è schiavo di ciò che lo domina”.

A me dispiace per voi malcapitati. Io “vi amerei” e proverei (con Grazia) a darvi la “buona notizia”: il Vangelo . A tutti voi, ad uno ad uno. Abbiate il coraggio di leggere la bibbia e la profezia contenuta nella seconda lettera di Pietro. [2 Pietro 2:17-19] “Costoro sono come sorgenti senz’acqua e come nuvole agitate dalla tempesta, e a loro è riservata l’oscurità delle tenebre. Con discorsi arroganti e vuoti e mediante sfrenate passioni carnali adescano quelli che da poco si sono allontanati da chi vive nell’errore. Promettono loro LIBERTA’, mentre sono essi stessi schiavi della corruzione. L’uomo infatti è schiavo di ciò che lo domina”. La Bibbia [Matteo 10:14-15] istruisce così: “Se qualcuno poi non vi accoglie e non dà ascolto alle vostre parole, uscite da quella casa o da quella città e scuotete la polvere dei vostri piedi. In verità io vi dico: nel giorno del giudizio la terra di Sòdoma e Gomorra sarà trattata meno duramente di quella città”.

Io non giudico e non attacco : il Giudizio ed il Premio o la Pena, li lascio a Dio, affinché sia fatta la Sua Volontà e non la mia. In ogni caso altra cosa che non si comprende è l’appartenenza ai diversi riti dalla grande loggia d’Italia. Quanti se ne contano? Altra stupidità è il vostro rivolgervi ad oriente. Si,è vero che là sorge il sole ma non se ne comprende il reale significato : come se l’occidente valesse di meno. Tutti stupiti simbolismi. Vergognatevi ancora di quel ridicolo rituale che vi porta da adepti a veri maestri : è ormai fuori da tempi . I giovani vi deridono!

Toglietevi quel cappuccio e guardate a viso coperto la gente rinunciando alla schiavitù di un fantomatico “segreto di iniziati” Ricordatevi che siete eredi di Gelli e della P2. Chiudete le logge ed aprite cenacoli di cultura ed arte dando i meriti che il buon Dio ha dato alla società. Riflettete sugli insegnamenti di Papa Francesco che ha rifiutato di incontrare il diplomatico libanese perché legato alla massoneria. Anche il movimento cinque stelle, ha estromesso con grande coraggio, tre suoi adepti perché massoni! Il vostro motto si potrebbe definire : Logge, denaro e poteri occulti. E’ il caso dire : siamo omini o caporali. Vi ricordo che frequentate i sacramenti ereticamente perché siete in peccato grave e su di voi permane l’anatema richiamato anche da papa Joseph Ratzinger. Abbiate finalmente il coraggio di andare dal Vescovo ed ad abiurare alla vostra falsa credenza – Ricordatevi che siete eredi di Andreotti, Marcincus, dello Ior, della P2, di Licio Gelli il quale era costretto a portarsi dietro la fialetta di cianuro per non tradire alla sua obbedienza. Ricordatevi anche dei banchieri laici : di Michele Sindona e Roberto Calvi (l’ultimo trovato impiccato sotto il ponte dei Blackfriars sul Tamigi) quando il Vaticano fu costretto a pagare 406 milioni di dollari Usa in risarcimenti. . Parlo di quel Paul Casimir Marcinkus, all’epoca a capo dello IOR., che sul caso di Emanuela Orlandi cittadina vaticana, figlia di un commesso della Prefettura della Casa Pontificia scompare in circostanze misteriose il 22 giugno 1983 all’età di 15 anni, sarebbe divenuto uno dei casi più oscuri della storia italiana. La ragazza sarebbe stata prelevata da Renatino De Pedis su ordine di monsignor Marcinkus, all’epoca presidente dello Ior. Lo rivela Sabrina Minardi, la supertestimone che per anni fu l’amante del boss della banda della Magliana, Enrico De Pedis, detto Renatino. So che nascondete aporia ed incertezze ma sappiate che quella da me prosperttatavi è un assioma e quindi indiscutibile. Sulla Bibbia [Giovanni 8:31-37] troviamo Gesù che ribatte all’alterigia dei Giudei: “Gesù allora disse a quei Giudei che gli avevano creduto: «Se rimanete nella mia parola, siete davvero miei discepoli; conoscerete la verità e la verità vi farà LIBERI». Gli risposero: «Noi siamo discendenti di Abramo e non siamo mai stati schiavi di nessuno. Come puoi dire: “Diventerete LIBERI”?». Gesù rispose loro: «In verità, in verità io vi dico: chiunque commette il peccato è schiavo del peccato. Ora, lo schiavo non resta per sempre nella casa; il figlio vi resta per sempre. Se dunque il Figlio vi farà LIBERI, sarete LIBERI davvero. So che siete discendenti di Abramo. Ma intanto cercate di uccidermi perché la mia parola non trova accoglienza in voi. Siete a conoscenza del “ Piano Massonico per distruggere la Chiesa Cattolica- vi allego copia: Cari Massoni ( cari si fa sempre per dire) ricordatevi infine che Cristo si è rivolto ai più deboli e non ha fatto sconti o privilegi agli adepti massoni. E ricordatevi anche che non è conciliabile una fratellanza massonica che esclude i più deboli con la fratellanza cristiana che si rivolge principalmente ad essi.

Gesù mi istruisce così: “Se qualcuno poi non vi accoglie e non dà ascolto alle vostre parole, uscite da quella casa o da quella città e scuotete la polvere dei vostri piedi. In verità io vi dico: nel giorno del giudizio la terra di Sòdoma e Gomorra sarà trattata meno duramente di quella città”.
Io lascio il Giudizio ed il Premio o la Pena al buon Dio, affinché sia fatta la Sua Volontà e non la mia.
Certamente il mio dire vi disturba ad allora, siccome si è mosso il vespaio , non vi resta , come ritorsione e come è vostro vile costume,andare alla ricerca della vespa che possa pungermi indagando su me e sul mio passato. Sono fatti miei che non vi devono riguardare per le quali devo dare ragione solo al buon Dio!

Antonio Frangipane

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.