Meteo – Ondata di caldo africano, temperature fino a 40°C!

Ci attende un weekend caratterizzato da due aspetti principali: in primo luogo, da sabato 19 ci sarà un vero e proprio boom dell’anticiclone e farà caldissimo, in una sorta di apice di questa prima fase rovente della stagione; in secondo luogo, domenica 20 avremo un elevato rischio di temporali anche forti, che localmente potrebbero essere pure accompagnati da grandine grossa.

Ma andiamo con ordine. Dopo tanti tentennamenti, a governare il quadro meteo-climatico sul nostro Paese sarà l’anticiclone nord-africano con il suo carico d’aria bollente che avvolgerà praticamente tutta l’Italia. Tale configurazione sarebbe più consona ai mesi di luglio e agosto, periodo nel quale siamo più abituati a vedere le temperature salire fino a superare la soglia 40°C, ma per metà giugno questi valori sono eccezionali. Sarà tuttavia proprio questa la situazione con cui avremo a che fare nel fine settimana.

Sabato 19 la grande calura sarà accompagnata da un contesto meteorologico piuttosto stabile almeno per gran parte del giorno. Non dobbiamo tuttavia dimenticare che caldo intenso ed elevati tassi di umidità, nelle ore più calde potrebbero dar luogo a improvvisi temporali di calore, più probabili comunque sui rilievi alpini di confine. Altrove un potente solleone sarà l’indiscusso protagonista della giornata.

Le cose andranno un po’ diversamente domenica 20: da ovest si faranno infatti più insidiosi gli spifferi di aria umida e relativamente meno calda che contribuiranno a provocare una maggiore nuvolosità al Nord, specie sui settori occidentali e sulla Sardegna. Il contrasto tra la forte calura preesistente e questi nuovi spifferi oceanici darà maggiore energia per lo sviluppo di celle temporalesche che potranno colpire non solo i rilievi, ma anche alcuni tratti pianeggianti ad essi adiacenti, soprattutto in Piemonte, Lombardia e Veneto. Su queste zone i temporali potranno assumere carattere anche di forte intensità con pericolose raffiche di vento e pure grandine di grosse dimensioni.

Ma per alcuni angoli d’Italia il peggio dovrà ancora arrivare e lo farà con l’inizio della prossima settimana. L’ulteriore approssimarsi di un vortice depressionario da Ovest, se da un lato provocherà un po’ d’incertezza sul fronte meteo al Nord e su parte del Centro, dall’altro richiamerà venti ancor più incandescenti dal cuore del Sahara, che inavderanno gran parte del Sud: sulle regioni meridionali si potrebbero battere altri record per il periodo, con punte fino a 43/44°C in Sicilia, ma con caldo eccezionale pure per Calabria, Basilicata e Puglia. Sarà comunque nostra premura tenervi aggiornati su questo bollente scenario che si prospetta per i prossimi giorni. Restate con noi. (IlMeteo)