Minacce all’ex fidanzata, i prof se ne accorgono e un 25enne finisce ai domiciliari

polizia-indaginiUn 25enne reggino, è stato arrestato e sottoposto ai domiciliari con l’accusa di stalking nei confronti della ex fidanzata. L’ordinanza, emessa dal Gip, è stata eseguita ieri pomeriggio dalla polizia, al termine delle indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria.

Il tutto è partito dopo una segnalazione da parte degli insegnanti della scuola superiore frequentata dalla presunta vittima. I docenti si sono rivolti al “Centro per l’ascolto e lo smistamento in rete di chi subisce abuso e violenza sessuale” del capoluogo ed i cui operatori avrebbero da subito percepito “il disagio vissuto dalla giovane studentessa” interessando della vicenda la sezione specializzata al contrasto dei reati contro la persona, sessuali e minori della Mobile di Reggio.

Dalle indagini sarebbe emerso che il 25enne, dal maggio scorso, avrebbe continuamente molestato e gravemente minacciato la ragazza con condotte violente e messe in atto anche tramite Facebook, procurandole così – sostengono gli investigatori – un “grave stato d’ansia e di paura” oltre che “timore per la sua incolumità e per quella dei suoi familiari”. L’uomo, inoltre, sarebbe riuscito ad assoggettare completamente la vittima, tanto da farle credere che le “punizioni” verbali e corporali che di frequente era costretta a subire fossero come una giusta conseguenza per non averlo assecondato in tutte le sue richieste.

Gli agenti della Mobile hanno ricostruito i fatti, confrontandoli e confermandoli anche grazie all’ascolto di testimoni o effettuando degli accertamenti informatici. Così sono certi di aver raccolto, a carico del presunto stalker, accuse precise che sono state condivise dell’Autorità Giudiziaria che ha emesso, pertanto, il provvedimento restrittivo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.