Minaccia vicina di casa e agenti di Polizia, 61enne arrestato

Evasione, resistenza, violenza e minaccia a Pubblico Ufficiale, rifiuto di declinare le proprie generalità: questi i reati commessi da E.A., 61enne arrestato dagli Agenti della Squadra Volante di Catanzaro.

La pattuglia è intervenuta una prima volta nel primo pomeriggio in Viale Isonzo, a seguito della richiesta di aiuto arrivata alla Sala Operativa da parte di una donna che ha segnalato di avere problemi con un suo vicino di casa.

Arrivati sul posto, i poliziotti hanno appreso dalla stessa quanto accaduto, e nel frattempo il vicino ha aperto la porta della propria abitazione minacciando la donna e gli operatori. L’uomo, noto per numerosi precedenti di polizia, anche specifici, e attualmente ai domiciliari, è stato subito identificato.

Gli agenti hanno portato la situazione alla normalità, e hanno placato l’ira dello straniero, ponendo fine anche alla resistenza opposta nella fase di identificazione.

Il 61enne è stato redarguito e la donna è stata invitata a sporgere denuncia ma appena la Volante ha lasciato il luogo, è arrivata al 113 una seconda richiesta di aiuto perché E.A. stava sferrando calci e pugni sulla porta della vicina di casa.

La pattuglia ha raggiungo il posto e ha visto l’uomo che la minacciava di morte. Gli agenti si sono avvicinati all’uomo per bloccarlo ma questi ha opposto resistenza, colpendoli a calci e pugni, pertanto è stato necessario l’uso delle manette.

Condotto negli Uffici della Questura, dopo i necessari adempimenti, E.A. è stato arrestato e su disposizione del P.M. di turno trattenuto nella Camera di Sicurezza, in attesa del giudizio per direttissima. Su di lui pende anche una denuncia a piede libero per minaccia aggravata a seguito della querela sporta dalla parte offesa.