Montepaone, la Calabria e la sua grande bellezza negli itinerari di “Naturium”

Presentata la brochure turistica del progetto culturale, offerta in regalo a residenti e villeggianti. 

La Calabria e la sua grande bellezza: non solo mare, ma anche boschi e laghi, tradizioni e accoglienza, gastronomia e oltre 11mila anni di storia, raccontati attraverso grotte, castelli, musei, parchi, antichi borghi e immersioni subacque. Sono tante le testimonianze archeologiche di una terra unica, straordinaria, che custodisce rari esempi di arte preistorica (Papasidero) ed evidenze protostoriche eccezionali (tombe sicule a Soverato), luminosi lasciti della Magna Graecia (Sibari, Locri, i Bronzi di Riace) e spettacolari città romane (Scolacium), preziose eredità bizantine (il codex purpureus a Rossano, la Cattolica di Stilo) e poderosi bastioni normanni, fino ad arrivare ai tempi più recenti (le Ferriere di Mongiana, sito archeologico industriale più grande d’Europa).

“Spunti infiniti” secondo il progetto culturale “Naturium” che ha interamente finanziato l’iniziativa di una mappa turistica, divulgativa e di facile lettura, presentata nel corso di una partecipata conferenza stampa che si è svolta oggi a Montepaone Lido. Una brochure in quattro pagine che verrà distribuita gratuitamente, in migliaia di copie, a residenti e villeggianti.

“Lo scopo – ha spiegato il fondatore di Naturium, Giovanni Sgrò – è quello di stimolare attenzione per questo territorio, è un invito a viverlo senza preconcetti e pregiudizi, riscoprendone il fascino secolare e tramutandone la fruizione, per noi calabresi, in opportunità di occupazione e sviluppo”.

“Opportunità da cogliere non chissà quando, ma nell’immediato” ha ribadito il giornalista Francesco Pungitore, curatore degli itinerari. L’archeologa Chiara Raimondo ha portato la propria testimonianza professionale, arricchita da tanto impegno, passione e un amore profondo per questa nostra regione. L’Interact Club di Soverato, rappresentato dal neo presidente Cristiano Cazzato, ha evidenziato l’entusiastica adesione delle giovani generazioni alle progettualità positive presenti sul territorio, come “Naturium”, finalizzate a cambiare la narrazione pessimistica e negativa di una regione che ha, invece, davvero tanto da offrire.