Montepaone, Naturium modello nazionale d’impresa in azione per la transizione ecologica

Giovanni Sgrò, Roberta Ussia, Lucio Polito, Bernard Dika e Francesco Pungitore hanno raccontato online l’idea-progetto nata in Calabria

“Naturium Bio Urban Market” di Montepaone (Cz) esempio e modello d’impresa italiana in azione per la transizione ecologica. L’azienda calabrese creata da Giovanni Sgrò ha infatti partecipato, su invito, all’incontro online sul tema promosso dalla Fondazione Plef. Insieme a “Naturium”, due prestigiose realtà nazionali come la “Farmaceutici Dott. Ciccarelli” di Milano e la “Eurodisplay Design in progress srl” di Roma.

Tre testimonianze, tre opzioni realisticamente perseguibili, nei rispettivi mercati, per concretizzare “strategie rispettose dei vincoli di sostenibilità ambientale, sociale ed economica”. “Con orgoglio e soddisfazione abbiamo partecipato a un evento di tale importanza – ha commentato Sgrò – rappresentando il nostro Sud e le sue enormi potenzialità imprenditoriali. Ringraziamo Emanuele Plata, presidente di Planet life economy foundation, per la straordinaria opportunità”.

Al fianco di Sgrò, Roberta Ussia e Lucio Polito, mentre in collegamento a distanza hanno offerto il proprio contributo d’idee due collaboratori storici di “Naturium”: Bernard Dika da Firenze e Francesco Pungitore da Torino. Un ampio e autorevole panel di discussant (giornalisti, esperti, manager) ha approfondito le presentazioni aziendali con domande e commenti finalizzati a mostrare e raccontare i progetti realizzati per proporre al mondo del consumo prodotti e servizi capaci di presentare benefici per l’ambiente e il sociale oltre che per il risultato economico atteso.

Particolare enfasi è stata data alla coerenza strategica tra la storia di “Naturium” – ovvero il passato di un’impresa che opera con costanza, da un decennio, in Calabria, sempre ampliando la propria azione in termini di progetto culturale – i valori e lo scopo futuro dell’azienda, dell’organizzazione, il suo posizionamento, le connessioni con le filiere, i territori di riferimento e la peculiarità dimensionale.

Diffondere la cultura della sostenibilità e realizzare un cambiamento culturale e politico che consenta all’Italia di attuare l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite è uno degli obiettivi di Plef coerentemente inserito nell’ambito del Festival dello Sviluppo Sostenibile 2021 promosso da “AsviS!”.