Morto suicida a Roma l’ex sottosegretario catanzarese Antonio Catricalà

L’ex sottosegretario alla presidenza del Consiglio ed ex garante dell’Antitrust, Antonio Catricalà, è stato trovato morto nella sua abitazione a Roma, nel quartiere Parioli. Catricalà, 69 anni, si sarebbe suicidato sparandosi un colpo di pistola. Sul posto alcune pattuglie della polizia e una squadra della polizia scientifica per ricostruire l’esatta dinamica della vicenda. Il corpo è stato trovato sul balcone di casa.

Catricalà, nato a Catanzaro, aveva 69 anni, dal 2017 era presidente del cda della società Aeroporti di Roma e nei giorni scorsi era stato nominato presidente dell’Igi, l’Istituto grandi infrastrutture. Dal 2005 al 2011, era stato presidente dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato. Poi era stato sottosegretario alla presidenza del Consiglio del governo Monti dal novembre del 2011 e viceministro dello Sviluppo del governo di Enrico Letta.

Nel 2013. Magistrato del Consiglio di Stato dal 2014, ha poi esercitato la professione di avvocato. Nel settembre del 2014 è stato candidato dal centrodestra a giudice della Corte Costituzionale.