Muore in un incidente Claudio Paci percussionista dei Mattanza

Avrebbe compiuto 31 anni il prossimo 15 dicembre invece la sua vita si è spenta all’alba di oggi sull’autostrada Messina-Palermo. È morto così Claudio Paci, il giovane di Milazzo coinvolto nell’incidente stradale all’altezza di Spadafora.

Stava tornando a casa dopo una sessione di prove, lui che della musica faceva una ragione di vita. Percussionista, batterista e musicoterapeuta, si era dedicato al mondo dell’arte sin da piccolo, maturando esperienze di studio e lavoro in diverse città come Messina, Reggio e Milano.

Si era concentrato sui particolari strumenti a percussione latini, orientali e siciliani popolari: congas, bongo, timbales, tamburi a cornice, djembè, berimbao, tabla, darbuka e tanti altri. La sua passione lo aveva portato anche a Cuba, dove per un mese si era impegnato anima e corpo negli studi sulle percussioni afro-jazz.

Membro del gruppo Mattanza, si era dedicato anche alla sperimentazione di suoni elettronici creando anche un proprio stile con pattern ritmici creati con vari strumenti a percussione di culture nettamente differenti. Un amore musicale sconfinato finito tragicamente sulla A20.