Nascondeva arma e droga in appartamenti, 56enne arrestato

Nel corso di un’operazione di polizia giudiziaria finalizzata alla repressione dei reati in materia di spaccio e traffico di sostanze stupefacenti, personale del Commissariato di Polizia di Stato di Lamezia e una unità cinofila di Vibo Valentia, hanno arrestato Dattilo Giuseppe, lametino di 65 anni per i reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e detenzione illegale di arma comune da sparo e munizioni.

Il comportamento tenuto dall’uomo aveva insospettito gli agenti che, ricorrendo i presupposti di legge hanno effettuato una perquisizione personale estesa anche all’abitazione. In una tasca dei pantaloni si è rinvenuto un mazzo di chiavi non pertinente alla stessa abitazione. Non senza riluttanza Dattilo ha ammesso di avere nella disponibilità un altro appartamento e ne ha indicato l’ubicazione. L’uomo, avvisto dagli agenti che avrebbero perquisito anche l’altro immobile, ha tentato una precipitosa fuga, ma è stato prontamente raggiunto e bloccato.

Nella camera da letto del secondo appartamento era posizionata una cassaforte che è stata aperta con le chiavi in possesso a Dattilo, contenente all’interno cocaina pari a 19,2 grammi, due bilancini di precisione. In un’altra stanza si è rinvenuta una arma, una doppietta calibro 12, illegalmente detenuta. Dattilo avevo in possesso anche un terzo appartamento all’interno del quale la polizia ha rinvenuto anche delle munizioni per fucile calibro 12 illegalmente detenute.

Stante le flagranze del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente nonché di detenzione illegale di armi e munizioni, Dattilo Giuseppe, che ha a suo carico numerosi precedenti penali in ordine a reati contro la persona, il patrimonio, in materia di armi e stupefacenti, e che per tali motivi ha da poco espiato una pena continuativa di circa 16 anni, è stato arrestato, e posto nella disponibilità della competente Autorità Giudiziaria.