Natale tra famiglia e divertimento: ecco i giochi tradizionali da fare con i propri cari

Il Natale resta una delle feste più amate dagli italiani di ogni età, una celebrazione che, al di là del significato religioso più o meno sentito, rappresenta un’importante occasione per trascorrere del tempo con i propri cari. In questo periodo intere famiglie si riuniscono attorno alla tavola per mangiare insieme, ma anche per divertirsi con alcuni giochi della tradizione: ecco quali sono i più praticati.

Dalla tombola al Sinco: i giochi da tavolo dominano il Natale

La contemporanea presenza di familiari e amici nello stesso ambiente, elemento tipico delle festività natalizie, rende i giochi da tavolo una delle prime scelte di queste giornate. Vi sono chiaramente giochi fortemente legati alla tradizione, che non possono assolutamente mancare in questo periodo, ma in molti non disdegnano altre scelte meno legate alla festa in sé.

La tombola è forse il gioco per eccellenza del Natale, soprattutto al sud Italia: il classico tabellone con numeri da 1 a 90 e le cartelle da completare man mano che vengono chiamati i numeri, in un meccanismo simile a quello del Bingo, sono da sempre motivo di grande allegria e coinvolgimento nelle case addobbate a festa. Meno famoso, ma comunque ampiamente apprezzato, è invece il Sinco, un gioco in scatola tutto italiano che si basa sulla creazione di combinazioni vincenti da ottenere man mano che il banco gira le carte napoletane.

Per un divertimento altrettanto vivace, non manca chi sceglie giochi da tavolo come il Monopoly o il Risiko!, che come detto pur non essendo tipici delle festività natalizie possono comunque garantire momenti spensierati e lunghe partite in compagnia delle persone più care.

Gli immancabili giochi di carte

Dopo il cenone di Natale e nell’attesa della mezzanotte non possono mancare poi i giochi di carte, che comunque trovano spazio anche nei giorni precedenti e successivi al 25 in tutte le occasioni di ritrovo. Il Mercante in fiera è uno dei giochi più popolari in tal senso: per giocarlo si utilizzano due mazzi di carte con l’obiettivo di restare con una sola carta in mano, uguale a una delle tre rimaste sul tavolo. Il gioco viene guidato dal banditore che mescola e distribuisce le carte, vendendo di volta in volta quelle che rimangono.

Tra i giochi di carte spiccano poi tante altre idee solitamente legate alle tradizioni regionali: solo per citare un paio di passatempi praticati e amati da tutti, è possibile ricordare il Sette e mezzo e il Morto, giochi tanto semplici quanto divertenti che permettono di coinvolgere tutti i presenti, a prescindere dall’età e dalla propensione al gioco.

I più esperti di carte non disdegnano altre soluzioni, come il burraco o i giochi tipici delle sale da casino, come poker e blackjack, che in molti casi vengono scelti come possibili passatempi per completare le giornate conviviali tipiche del periodo. Non è raro, peraltro, date le difficoltà che da 2 anni a questa parte si registrano causa emergenza Covid, che partite di questo genere vengano organizzate anche a distanza, sfruttando le apposite piattaforme presenti online.

I casino digitali si sono rivelati da questo punto di vista una delle categorie videoludiche più amate, grazie agli ampi cataloghi messi a disposizione e all’uso di portali web e applicazioni mobili in grado di garantire massima flessibilità di utilizzo. Non solo, per chi ancora non ha testato questo tipo di servizi, gli operatori mettono in genere a disposizione dei bonus casino da utilizzare per provare i vari giochi senza dover necessariamente effettuare un versamento in denaro.

La possibilità di giocare online e di prendere parte a tavoli con altri utenti connessi live è senza dubbio uno dei motivi di successo delle sale digitali, che anche nei periodi festivi possono dunque essere un’ottima occasione di svago soprattutto per chi, per i più disparati motivi, resta a casa.

Mimo, Obbligo o verità e tanti altri passatempi

In questa breve rassegna è impossibile, infine, non citare quei giochi che ci accompagnano sin da bambini e che, anche da grandi, possono diventare protagonisti delle serate più divertenti. L’idea di alternarsi a mimare persone, oggetti o animali, ma anche titoli di film e canzoni, da far indovinare agli altri presenti resta uno degli evergreen dei giochi in compagnia, così come piace sempre molto l’opzione Obbligo o verità, un gioco che mette a nudo i segreti dei giocatori a meno che questi non accettino una penitenza.

Divertimento assicurato, infine, con il classico Telefono senza fili, in cui ciascun giocatore ripete all’orecchio di un altro ciò che in precedenza aveva saputo dal vicino di sedia, per una catena che inevitabilmente finirà per modificare il messaggio iniziale e travisarlo. Toccherà infatti all’ultimo giocatore ripetere ciò che è giunto al suo orecchio e confrontarlo con la frase decisa all’inizio del gioco.