‘Ndrangheta – Estorsioni e traffico di droga nel soveratese, indagini chiuse per 29 persone

Sono in tutto 29 le persone destinatarie di avviso di conclusione indagini da parte della procura di Catanzaro nell’ambito dell’inchiesta “Ortrhus”, avviata nell’ottobre 2019 contro la presenza crinale nel Soveratese e in particolare contro le cosche “Iozzo-Chiefari” attive nel territorio di Torre di Ruggiero (Catanzaro), Chiaravalle Centrale (Catanzaro), Cardinale (Catanzaro) e aree limitrofe.

Due cosche unite fra di loro anche da legami familiari e che avrebbero messo in atto, secondo le indagini dei magistrati catanzaresi, un vero e proprio controllo del territorio e in particolare delle attività economiche ed imprenditoriali di vario genere (movimento terra,, fornitura di materiale inerte per l’edilizia, allevamento di bestiame, ristorazione e tanto altro) anche grazie alla disponibilità di armi da guerra e a una consistente attività delittuose estorsiva ai danni di commercianti ed imprenditori boschivi e o edili, e al traffico di sostanze stupefacenti del tipo marijuana e cocaina.

Tra i nomi degli indagati anche quello di Giuseppe Pitaro, avvocato ed ex sindaco di Torre di Ruggiero.