‘Ndrangheta in Lombardia – Sigilli a beni di 160mila euro ad un 58enne calabrese

E’ originario di Briatico, nel Vibonese, Giuseppe Romano, il 58enne residente a Romano di Lombardia in provincia di Bergamo che ieri si è visto sequestrare beni per un valore complessivo di 160mila euro dalla Direzione investiga antimafia di Brescia. Si tratta di un appartamento, di un garage e di quote di una società edile.

Il provvedimento è stato emesso dal Tribunale di Bergamo poichè non è stato ritenuto congruente il reddito con i beni immobili per i quali è stato acceso un mutuo ventennale. Romano, peraltro, è stato già condannato a 7 anni e 8 mesi di carcere per droga ed estorsione. Inizialmente gli era stata contestata anche l’associazione mafiosa che è decaduta nei successivi gradi di giudizio.

Nel 2005, l’uomo originario di Briatico, era stato coinvolto nell’operazione “Nduja” sulle infiltrazioni della ndrangheta in Lombardia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.