‘Ndrangheta – Sequestrato oltre un milione di euro a indagato “ignoto 23”

I carabinieri del comando provinciale di Milano hanno sequestro oltre un milione e 400mila euro a Fortunato Calabró, noto anche come “ignoto 23”, uno dei partecipanti (e l’ultimo a essere identificato) al summit di ‘ndrangheta del 2009 al centro Falcone e Borsellino di Paderno Dugnano, nel Milanese.

Negli ultimi dieci anni ha dichiarato 40mila euro ma gli investigatori hanno scoperto 11 immobili dal valore di un milione di euro a Cesano Maderno intestati alla moglie ma riconducibili a lui, e oltre 400mila euro su conti correnti e fondi d’investimento.

Nei giorni scorsi, nell’ambito della stessa vicenda legata all’indagine “Dedalo”, i carabinieri hanno anche sequestrato circa 400mila euro a Rosario Sarcone, pluripregiudicato che aveva intestato tutto all’anziana madre. Dalle intercettazioni è emerso che era un buon conoscitore degli investimenti in borsa. Il padre di Sarcone era Salvatore Sarcone, ‘ndranghetista ucciso nel 1989 nei campi di Rho (Milano) per uno sgarro: aveva commesso una rapina in banca in Calabria senza il permesso dell’organizzazione. Uccisero anche il suo complice, il terzo morì d’infarto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.