Neve senza sci, eccetera

 La Calabria è una terra di colline e montagne, con anche della spiaggia. Le montagne della Sila e dell’Aspromonte attirano gli appassionati di turismo invernale…

 …attirerebbero, se funzionassero gli impianti. Il mare, per bagnanti di bocca buona, richiede solo acqua e magari un ombrellone; gli sport invernali hanno bisogno di attrezzature, e, a oggi 26 novembre, sono ferme.

 Se ne parla ogni inverno, e nessuno mette mano al problema. Ora, le questioni sono due, e possibilmente da tenere ben separate:

1.       Trovare i colpevoli e punirli: e questo è il compito della magistratura;

2.       Far funzionare le cose, e subito: e questo sarebbe compito della politica.

 Io nominerei un commissario… ma un commissario sul serio, non un passacarte in più tra i passacarte, come sono stati, fino a un mese fa, quelli della sanità. Un commissario che dia ordini e ne pretenda l’esecuzione.

 Lo stesso per il sistema termale, di cui trapelano notizie sempre meno buone.

 Turismo culturale, questo sconosciuto.

 Insomma, siamo ai soliti 15 gg di bagni, e tutto il resto è letargo.

Ulderico Nisticò